Le interruzioni di corrente non sono legate alle elezioni anticipate

L’intervento del governo sulle bollette dell’elettricità è completamente estraneo allo svolgimento di elezioni anticipate, ha detto a SKAI il viceministro dell’Interno Stelios Petsas.

Ha escluso la possibilità che le elezioni si svolgano normalmente al termine di un mandato di quattro anni: “L’intervento non ha nulla a che fare con la pianificazione di elezioni anticipate, ma con la necessità che le persone si sentano accanto il governo. 4 anni” .

Ha detto che, a giugno-luglio, le interruzioni dell’elettricità saranno registrate in bolletta, sia che siano retroattive da dicembre a maggio, sia che una riduzione permanente delle tariffe da luglio in poi.

Per quanto riguarda l’intervento a super beneficio dei fornitori di energia, ha sottolineato che si tratta di un’iniziativa nazionale per ripristinare il 90%. “Solo il nostro governo lo fa e l’Italia al 25%, nessun altro Paese europeo”, ha detto il viceministro.

“Non possiamo aspettare mesi prima che il comitato di concorrenza decida se i soldi tornano alla comunità. Vedremo cosa ci mostrerà l’autorità di regolamentazione dell’energia e tasseremo immediatamente la fonte di questo profitto e lo restituiremo alla comunità .” , aggiunto

Per quanto riguarda il calo dell’ENFIA quest’anno, ha affermato “che se qualcuno dicesse nel 2019 che Kyriakos Mitsotakis e il governo avrebbero ridotto l’ENFIA di 1 miliardo, la gente direbbe che è pazzo”. “Il denaro arriva alla società greca con fiducia, dobbiamo prendercene cura”.

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.