Le relazioni amichevoli tra Cipro e l’Italia sono forti, afferma il presidente Anastasiadis

Il presidente repubblicano Nikos Anastasiadis ha affermato che le relazioni amichevoli tra Cipro e l’Italia sono forti.

Ricevendo il mandato dalla nuova ambasciatrice italiana, Federica Ferrari Bravo, giovedì, il Presidente ha affermato che sosteniamo l’Ucraina, esprimendo il nostro forte sostegno e rispetto per la sua integrità territoriale, sovranità e indipendenza. Ha osservato che la cosa più importante a questo punto è garantire, attraverso la diplomazia e il dialogo, un cessate il fuoco immediato per fermare la tragica perdita di vite innocenti.

Il presidente ha affermato che Cipro e il suo popolo hanno la loro tragica esperienza di invasione straniera, dopo l’invasione e l’occupazione turca illegale dal 1974, le conseguenze disastrose che subiamo fino ad oggi. Ha espresso profondo apprezzamento per l’atteggiamento delle autorità italiane sulla questione cipriota e un sostegno coerente ai nostri sforzi per una soluzione globale, basata su una federazione bicomunale e bizonale, con uguaglianza politica come definita nelle risoluzioni delle Nazioni Unite.

Ha affermato che questa posizione è stata molto apprezzata data la posizione dichiarata della Turchia per una soluzione a “due stati” e il suo comportamento aggressivo nel complesso in palese disprezzo del diritto internazionale. Il presidente ha aggiunto che la Turchia ha continuato i suoi complotti illegali nell’area recintata di Varos, ignorando completamente le pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza, nonostante le forti critiche della comunità internazionale e i suoi ripetuti appelli a invertire immediatamente questa rotta.

Ha fatto riferimento al MOE che ha testimoniato, affermando che possono creare maggiore fiducia e cooperazione tra le due comunità e fungere da catalizzatore per gli sforzi per raggiungere una soluzione permanente al problema di Cipro.

Cipro e l’Italia hanno forti legami di amicizia, che vanno indietro nel tempo, sottolinea il presidente Anastasiadis, utilizzando esempi del dominio veneziano a Cipro, le mura veneziane di Nicosia e le opere dei poeti rinascimentali italiani Dante, Boccaccio e Petrarca.

“La Repubblica di Cipro e la Repubblica italiana, in quanto Stati membri dell’UE, hanno ampliato e intensificato la loro cooperazione in vari campi, attraverso un dialogo dinamico a livello bilaterale, europeo e internazionale”, ha sottolineato.

Ha descritto l’Italia come uno dei partner più preziosi di Cipro nell’affrontare le sfide che l’Europa deve affrontare. Inoltre, Cipro e l’Italia condividono obiettivi comuni per il futuro del Mediterraneo e partecipano attivamente al Gruppo Med per risolvere questioni di interesse regionale.

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.