L’escursione più bella del mondo – edizione serale Ouest-France

Ti piace passeggiare in paesaggi lussuosi? Dalla Corsica alla Nuova Zelanda, dalla Patagonia al Monte Bianco, preparati a stupirti… Ecco sette delle più belle escursioni del mondo.

Che tu sia un appassionato di sport impegnativi o di paesaggi meravigliosi, c’è molto da fare sul pianeta, con i sentieri escursionistici… Per gli appassionati di passeggiate e trekking, ecco sette delle escursioni più belle del mondo.

1. Tongariro Crossing, Nuova Zelanda

Tongariro Crossing stesso giustifica il viaggio in Nuova Zelanda. Nel cuore dell’Isola del Nord, questo trekking di 19,4 km, situato a Tongariro, parco nazionale classificato dall’Unesco, è semplicemente mozzafiato.

Il circuito si snoda tra un vulcano attivo con cratere rosso e tre splendidi laghi color smeraldo. Uno spettacolo naturale straordinario. Conta sette ore, comprese le pause, per farlo. Poiché il percorso non è un anello, la navetta ti riporterà al punto di partenza.

L’escursione è complicata con pendii ripidi e scivolosi che salgono per raggiungere Kawah Merah (anche la discesa è faticosa). Ma lassù panorami incredibili, da sognare, premiano mille volte gli escursionisti. Il luogo delle riprese de Il Signore degli Anelli, Tongariro Crossing, rimarrà impresso nella tua memoria

Tongariro, parco nazionale classificato dall’Unesco, in Nuova Zelanda. (Illustrazione foto: Pixabay)

2. GR20, Corsica, Francia

Il famoso sentiero a lunga percorrenza 20 (GR20) attraversa la Corsica da nord a sud attraverso le montagne. Puoi farlo in qualsiasi direzione tu voglia o solo metà in sette giorni (nord o sud), partendo dalla frazione di Vizzavona, punto medio del percorso.

Gli escursionisti principianti, preferendo la parte meridionale di Vizzavona a Bavella, sono meno tecnici. Il circuito completo, lungo 177 km, ha un dislivello di 13.000 metri! Questo è considerato il sentiero più difficile d’Europa, quindi preparati a coprire la distanza e a comprendere meglio i sentieri rocciosi e talvolta ripidi. Attendi sedici giorni per completarlo.

Foreste, crateri, laghi glaciali, cime innevate, pianure… La varietà di paesaggi attraversati da questo sentiero con i suoi segnali rossi e bianchi è impressionante. Si affronta il monumento, sia in termini di difficoltà, ma anche di imponenza. Beauty Island è davvero all’altezza del suo nome!

GR20 alla scoperta del lussuoso paesaggio della Corsica. (Illustrazione foto: Pixabay)

3. Kilimangiaro, Tanzania

Il viaggio del Kilimangiaro merita una cartolina d’Africa. Diversi percorsi permettono di raggiungere questa montagna simbolo, il più famoso dei quali è il percorso Machame, il più selvaggio e bello.

Situato nel nord-est della Tanzania, il Kilimangiaro è formato da tre vulcani estinti: Shira, che raggiunge un picco a 3.962 metri sul livello del mare, Mawenzi, che sale a 5.149 metri, e Kibo, che raggiunge un picco a Uhuru a 5.891,8 metri, comunemente noto come Kilimangiaro, è il il punto più alto. in Africa.

Conta su un trekking di sei giorni e un totale cambiamento di scenario nella savana del Parco Nazionale del Kilimangiaro, nazione guerriera Masai. La vetta offre viste spettacolari!

Kilimangiaro, Tanzania. (Illustrazione foto: Pixabay)

4. Torres del Paine, Cile

I suoi ghiacciai, montagne, valli, cascate, laghi scintillanti e pareti di granito rosa obbligano a fare frequenti soste lungo i suoi 84 km di anello. Parco nazionale del Cile incastonato tra le Ande e le praterie della Patagonia, Torres del Paine è un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Prende il nome dalle sue emblematiche tre formazioni granitiche, a dente di sega, che raggiungono i 3.048 metri di altezza: Torres (Torre) del Paine.

Ci vorranno dieci giorni per completare il percorso completo, ma puoi anche fare gite di un giorno. A fine 2011 il parco è stato interessato da un grande incendio, che però non ha intaccato la bellezza del paesaggio né la presenza di turisti. Durante questo viaggio attraverserai paesaggi molto eterogenei, molto belli e incontrerai molti animali selvatici. La Patagonia al suo meglio…

Torres del Paine, Cile. (Illustrazione foto: Pixabay)

5. Tour dell’Annapurna, Nepal

L’Annapurna è il più famoso – vero – massiccio dell’Himalaya, in Nepal. Comprende sei cime, la più alta delle quali è di 8.091 metri. La passeggiata intorno all’Annapurnas è un viaggio incredibile attraverso una vasta gamma di paesaggi, dalle verdi risaie della cultura tibetana, alle alte strade innevate. La diversità dei paesaggi ma anche la diversità delle culture, tutto cambia a seconda dell’altitudine, fino a 5.400 metri.

Occorrono una decina di giorni per completare l’intero percorso di circa 200 km. Ogni giorno, nuove sorprese, panorami fantastici. Migliore ? La fine del percorso, di fronte all’Annapurna, sulle colline di Ghorepani.

Intorno ad Annapurnas, Nepal. (Illustrazione foto: Pixabay)

6. Cammino Inca, Perù

Il Cammino Inca è l’escursione più popolare del continente sudamericano e l’unico trekking a Machu Picchu, una delle “Nuove sette meraviglie del mondo”. È impossibile farlo in autonomia, un circuito completo, per 40 km, impiega dai due ai quattro giorni a piedi.

Troverai una regione molto ricca con alcune gole verdi. Anche qui gli scorci finali sono mozzafiato: il magnifico panorama di Machu Picchu, antica città Inca arroccata su un promontorio roccioso che unisce diverse montagne.

Cammino Inca, Perù. (Illustrazione foto: Pixabay)

7. Intorno al Monte Bianco, Francia, Svizzera e Italia

Il Monte Bianco, la montagna più alta dell’Europa occidentale, misura circa 60 km da nord a sud e 20 km da est a ovest. L’escursione nelle vicinanze, il famoso Tour du Mont Blanc (TMB), è lunga circa 170 km e attraversa tre diversi paesi: Italia, Svizzera e Francia.

Questo viaggio offre quindi tre diversi versanti del Massiccio: il versante francese e i suoi ghiacciai, il versante italiano e le sue pareti rocciose, e il versante svizzero con le sue dolci valli. Da sei a dieci giorni meravigliosi e rigeneranti.

La massa del Monte Bianco. (Illustrazione foto: Pixabay)

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.