l’esercito russo concentra tutti i suoi sforzi nel Donbass

kyiv manda la sua first lady all’OMS, che Mosca denuncia “politicizzazione”

La first lady ucraina, Olena Zelenska, si è scagliata lunedì contro l’Organizzazione Mondiale della Sanità “orrore” inconcepibile causato dalle truppe russe in Ucraina, mentre Mosca ha denunciato a “politicizzazione” di questa organizzazione.

La guerra condotta dalla Russia “mostra orrori che non possiamo immaginare”ha affermato davanti all’Assemblea Mondiale della Sanità, che riunisce tutti gli Stati membri dell’OMS. “L’OMS si impegna a tutelare i più importanti diritti umani per la vita e la salute”ma, ” oggi “questo “stuprata in Ucraina”ha detto, anche in videoconferenza.

Attualmente, ha sottolineato il sig.io Zelenska, “Nessun ucraino, adulto o bambino, può stare sicuro che si sveglierà domani” ei missili non raggiungeranno la sua casa. “I medici non possono essere sicuri che la loro ambulanza non verrà bombardata”, Egli ha detto. Ha anche parlato delle conseguenze a lungo termine della guerra, soprattutto in termini di salute mentale, una sfida che il suo Paese vuole affrontare con il sostegno dell’OMS.

Parlando alternativamente davanti all’Assemblea mondiale della sanità, ha denunciato il viceministro della salute russo Alexandra Dronova “tentativi di politicizzazione del lavoro dell’organizzazione, nonché deviazioni dal principio di ‘imparzialità’ nel suo lavoro”. “In questo caso, chiediamo alla DG di evitare che l’Oms diventi una piattaforma politica”Ha aggiunto.

L’alto funzionario russo ha anche sottolineato che Mosca sta valutando “L’OMS come partner di fiducia” nel garantire che le persone colpite da conflitti “accesso paritario e completo” ai servizi sanitari. “Nelle circostanze odierne, il principio del ‘non lasciare indietro nessuno’ è più attuale che mai”prendeva appunti.

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.