L’Etna è cresciuto di diverse decine di metri, stimano gli esperti. La colpa è anche dell’attività vulcanica

L’altezza del vulcano italiano Etna, considerato il vulcano attivo più alto d’Europa, è aumentata di diverse decine di metri. Questa la conclusione delle osservazioni e misurazioni spaziali effettuate da esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La nuova altezza del vulcano, che si estende vicino alla città di Catania, nel sud della Sicilia, è di 3.357 metri sul livello del mare, ha affermato l’agenzia di stampa Afp.

La crescita di questo vulcano è in parte dovuta alla sua intensa attività negli ultimi mesi. Da metà febbraio, l’istituto ha registrato più di 50 attività in cui etna vomitò lava e fuoco. Secondo gli scienziati, ciò ha portato a un notevole accumulo di lava e cenere nel sud-est, il cratere vulcanico più giovane e attivo oggi, che in questo modo ha raggiunto un’altezza di 3.357 metri. La deviazione di misura è di tre metri.

Il cratere nord-orientale è ancora considerato il più alto. Tra il 1980 e il 1981 ha raggiunto i 3.350 metri sul livello del mare. Tuttavia, a causa di una serie di smottamenti, la sua altezza è diminuita. Secondo gli scienziati, le ultime misurazioni del 2018 si sono fermate a 3.326 metri sul livello del mare. Secondo gli scienziati, anche la recente attività vulcanica ha cambiato l’aspetto dell’Etna.

La frequente attività vulcanica causa una serie di problemi nella vicina città di Catania, che è un’importante meta turistica con 300.000 abitanti e il secondo centro più grande della Sicilia. A causa dell’Etna, l’aeroporto internazionale più vicino ha dovuto chiudere più volte negli ultimi mesi.

“La cenere portata dal vento è caduta sulle strade e sui balconi. Erano poi completamente neri”, ha detto un cittadino all’AFP. Tuttavia, secondo lui, sia la gente del posto che i turisti apprezzano l’impressionante eruzione vulcanica al tramonto. Le autorità principali non hanno riportato gravi danni o feriti dall’esplosione.

Video: Decine di terremoti ed eruzioni di cenere: i vulcani possono ancora sorprenderci, dice pičák

Deve essere molto scomodo per gli islandesi sperimentare un terremoto di oltre tre gradi ogni tre quarti d’ora, spiegano i sismologi. | Video: Martin Veselovsk

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.