L’isola delle celebrità Pantelleria in fiamme: Giorgio Armani deve salvarsi sul suo yacht

L’isola delle vacanze delle celebrità in fiamme
La stilista Armani si salva sul suo yacht

L’isola italiana di Pantelleria tra la Tunisia e la Sicilia è un luogo di villeggiatura popolare per le celebrità. Quando di notte è scoppiato l’incendio, diverse case hanno dovuto essere evacuate. Interessata anche la villa dove vive lo stilista Giorgio Armani con i suoi amici.

Le autorità della mini isola italiana di Pantelleria hanno portato in salvo diverse dozzine di persone a causa dei massicci incendi boschivi. Secondo quanto riportato dai media, giovedì sera anche lo stilista Giorgio Armani ha dovuto lasciare la sua villa di lusso sulla costa orientale dell’isola, popolare tra le celebrità, e salvare se stesso e i suoi ospiti sul suo yacht. Due aerei dei vigili del fuoco e diverse unità antincendio hanno continuato a domare l’incendio nella zona colpita dell’isola tra Tunisia e Sicilia, hanno annunciato i vigili del fuoco.

L’incendio è scoppiato mercoledì sera. Testimoni oculari hanno pubblicato video sui social media che mostrano incendi diffusi e fumo denso che ruggisce nell’oscurità. Con elicotteri e barche militari, le autorità siciliane hanno portato ulteriori servizi di emergenza nella piccola isola turistica per fornire supporto. Secondo stol.it, Giorgio Armani aveva un amico quando doveva uscire di casa in fretta e furia. Il gruppo fugge sulla spiaggia in un fuoristrada per raggiungere le scialuppe di salvataggio. Evacuata anche la villa del calciatore Marco Tardelli.

Secondo le informazioni dei vigili del fuoco di giovedì mattina, non ci sono prove di feriti. Secondo la protezione civile siciliana, alcuni dei tetti e delle capanne in legno hanno preso fuoco, così come la maggior parte della boscaglia. “Il vento e il fuoco stanno calando, il peggio sembra passato”, ha detto all’Ansa il sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo.

Secondo le autorità, gli incendi sono scoppiati in almeno due luoghi a diverse centinaia di metri di distanza e sono stati sospinti dal vento. La causa dell’incendio è rimasta poco chiara fino a giovedì mattina. La Procura sta conducendo un’indagine. All’inizio non è possibile escludere un comportamento bruciante o negligente.

(Questo articolo è apparso per la prima volta giovedì 18 agosto 2022.)

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.