L’Italia fornirà equipaggiamento militare all’Ucraina per far fronte all’invasione russa

L’Italia fornirà materiali e attrezzature militari all’Ucraina per contrastare l’invasione russa, ha affermato lunedì il capo del governo. Mario Draghial termine del consiglio dei ministri.

Il governo italiano ha deciso di “trasferire mezzi militari, materiali ed equipaggiamenti alle autorità governative ucraine” nell’ambito di un decreto con misure di emergenza, si legge in una nota, senza fornire dettagli sulla natura e il valore dei materiali da spedire.

La decisione dell’Italia è stata approvata dopo che Stati Uniti, Unione Europea e diversi paesi europei, tra cui Germania e Francia, hanno annunciato passi simili.

L’Italia venerdì ha approvato 110 milioni di euro (123 milioni di dollari) di aiuti al governo ucraino.

Si tratta di un “vero gesto di solidarietà e sostegno”, ha spiegato il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio.

“L’Ucraina è sotto assedio senza fare nulla di male, costantemente bombardata per volere del governo russo”, ha lamentato il ministro degli Esteri italiano.

“La pace è un obiettivo per cui tutti ci sforziamo ogni giorno e rispondiamo alle armi russe con sanzioni”, ha aggiunto.

“Quella Unione europea e tutti gli alleati devono formare un fronte comune e continuare a mostrare coesione”, ha aggiunto.

Venerdì, il primo ministro italiano ha assicurato che l’Italia era pronta a schierare 3.400 soldati nei paesi della NATO dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

L’Italia è pronta a mobilitare inizialmente “1.400 uomini e donne dell’esercito, della marina e dell’aviazione”, e poi altri 2.000 soldati, ha detto Draghi in un discorso alla Camera dei Deputati.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.