L’Italia ha sbagliato un rigore nel 90esimo Mondiale e (finora)

Le nazionali italiana e svizzera si dividono punti nel derby settimo turno del girone C di qualificazione per il piazzamento ai Mondiali – 1:1.

Entrambe le squadre hanno 15 punti prima dell’ultimo turno: gli Azzurri visitano l’Irlanda del Nord, mentre la Svizzera accoglie la Bulgaria.

Nel secondo duello del girone, giocato venerdì sera, gli isolani hanno battuto la Lituania davanti al pubblico di casa con un autogol di Benas Satkus al 18′.

Gli svizzeri sono stati i migliori rivali allo Stadio Olimpico di Roma per gran parte del primo tempo, e si sono portati in vantaggio al 12′ con un bel gol di Silven Widmer.

Gli Azzurri hanno avuto la loro prima occasione al 22′, ma Jan Zomer ha tenuto fuori il tiro di Nikola Bareli da quattro yard. Due minuti dopo, Federico Chiesa minaccia, ma ancora una volta il portiere degli ospiti segna.

Al 36′ la squadra di Roberto Mancini pareggia, Lorenzo Insigne realizza un bel cross e Giovanni Di Lorenzo mette la palla in rete. La Svizzera ha chiesto il fuorigioco, ma il gol è stato riconosciuto dopo il controllo del VAR.

Non ci sono state molte occasioni nel secondo tempo, e nel finale c’era in palio il meglio per i padroni di casa. L’arbitro Anthony Taylor ha indicato il dischetto dopo un controllo del VAR al 90′, tuttavia, Giorgino ha inviato la palla oltre la porta svizzera.

È interessante notare che il calciatore del Chelsea non è riuscito a segnare da 11 metri nel primo duello, quindi Zomer ha difeso il suo tiro.

Gli ospiti sono stati in grado di segnare e qualificarsi per la Coppa del Mondo nel secondo minuto dei tempi supplementari, ma il sostituto Andi Zeqiri non ha capitalizzato dopo un errore di Gianluigi Donaruma e l’ultima linea di Azure.

Tag


Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.