L’Italia pone come obbligo costituzionale la tutela dell’ambiente

Una legge che include la protezione dell’ambiente nella costituzione è stata simbolicamente approvata dal governo italiano.

Una legge costituzionale approvata dal parlamento martedì richiede agli stati di preservare la biodiversità e gli ecosistemi “a beneficio delle generazioni future”.

Stabilisce inoltre che le iniziative economiche private non devono nuocere alla salute umana o all’ambiente.

Il ministro dell’ecologia di transizione Roberto Tsingolani ha definito la mossa un “passo necessario” poiché l’Italia cerca di attrarre investimenti in un’economia verde.

“Penso che questa sia una giornata mondiale storica”, ha affermato il ministro da Reuters.

Tuttavia, resta da vedere se la revisione costituzionale porterà a risultati pratici, commenta l’agenzia.

La costituzione italiana, in vigore dal 1948, stabilisce principi generali che non sempre trovano riscontro nelle leggi e nelle politiche.

Nel 2012, ad esempio, l’Italia ha fatto del pareggio di bilancio un obbligo costituzionale, ma da allora non ha mai raggiunto il suo obiettivo.

Allo stesso modo, l’articolo 11 della costituzione afferma che l’Italia “rifiuta la guerra” […] come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”, ma ciò non impedisce al Paese di impegnarsi in conflitti armati direttamente o indirettamente.

Eventuali leggi che violano la costituzione possono essere portate davanti alla Corte Costituzionale solo dai tribunali di grado inferiore e non da individui o organizzazioni.

Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Enrico Giovanni ha definito la nuova legge costituzionale un “passo forte e simbolico”, ma ha affermato che “è necessaria un’azione collettiva e individuale in linea con questi principi”.

“Servono leggi e regole che tutelino concretamente questi principi”, ha scritto sul quotidiano Avvenire, esprimendo rammarico per “l’indifferenza” mostrata dall’opinione pubblica agli emendamenti costituzionali.

Riforma delle leggi ambientali per soddisfare i nuovi requisiti costituzionali richiesti dal WWF Italia.

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.