Lo scrittore altoatesino Joseph Zoderer muore all’età di 86 anni – Südtirol News

Bolzano – Muore all’età di 86 anni lo scrittore altoatesino Joseph Zoderer. Come riportato nella sua edizione online dal quotidiano italiano “Alto Adige”, è caduto sulle scale della sua abitazione ed è stato portato in ospedale, dove l’autore è morto. Le sue opere includono una raccolta di storie e poesie, nonché dieci romanzi.

Zoderer è nato il 25 novembre 1935 a Merano. Quando aveva quattro anni, i suoi genitori scelsero la Grande Germania e si trasferirono a Graz. Lì è andato a scuola. Dopo la guerra fu mandato in un liceo svizzero, da dove seguì poi i suoi genitori che erano tornati in Alto Adige. Dopo il diploma di scuola superiore, ha studiato legge, filosofia, studi teatrali e psicologia a Vienna, è diventato giornalista e ha viaggiato molto negli Stati Uniti, in Canada e in Messico. “Non pensavo di tornare in Alto Adige”, ha detto Zoderer in un’intervista all’APA in occasione del suo 85esimo compleanno.

I suoi libri affrontano ripetutamente questioni di affiliazione e attribuzione e si concentrano sui conflitti di identità. Il fatto che Zoderer, che si definisce meno uno scrittore altoatesino quanto uno scrittore di lingua tedesca di influenza austriaca con passaporto italiano, è sempre stato fortemente legato ai “temi altoatesini”, soprattutto per quanto riguarda il suo brillante ingresso nel mondo letterario – con il romanzo pubblicato nel 1982 “Die Walsche”. Il romanzo sulla figlia di un contadino altoatesino che gestisce un bar caffetteria con il compagno italiano nel quartiere popolare della città e torna nella sua città natale per il funerale del padre affronta i temi meno universali dell’alienazione e della discriminazione, quanto meno del conflitto etnico raffigura anche.

Altre opere degne di nota includono il volume di racconti “Der Himmel über Meran”, pubblicato nel 2005, o il romanzo “The Pain of Habituation”, pubblicato nel 2002, che descrive come i suoi libri più importanti. Dal 2015 Haymon Verlag ha pubblicato edizioni del lavoro di Zoderer, integrate con materiale.

Il governatore dell’Alto Adige Arno Kompatscher (SVP) e l’assessore alla cultura Philipp Achammer hanno salutato Zoderer come “la grande letteratura moderna altoatesina”. “Con Joseph Zoderer, l’Alto Adige ha perso un grande scrittore che non solo ha avuto un enorme impatto sulla letteratura contemporanea in Alto Adige, ma è stato notato ben oltre”, ha spiegato Kompatscher in una trasmissione. Zoderer è diventato un “mediatore culturale”: “Con le sue opere avvicina la vita dell’Alto Adige a un pubblico internazionale”. Solo il 20 febbraio l’autore è stato insignito della Decorazione d’Onore Tirolese, su suggerimento dello Stato Alto Adige.

Di cosa

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.