M, Gaga: Come fare la Pasqua

Il viceministro della Salute Mina Gaga ha parlato dell’andamento della pandemia e della revoca delle misure per limitare la diffusione del coronavirus.

“C’è molto contagio”, ha detto, aggiungendo che “volevo darvi la buona notizia ma non ci siamo ancora. La buona notizia è che con il tempo siamo riusciti ad uscire senza mascherine”, ha detto Gaga. .

I dati non sono buoni

In risposta all’imminente eliminazione delle mascherine nelle aree chiuse, ha negato che presto smaltiremo le mascherine nei supermercati e nei parrucchieri a causa dell’aumento dei casi. “I dati non sono buoni”, ha detto Gaga.

“Abbiamo certificati di vaccinazione e manteniamo tali misure in atto fino a quando non ci rilasseremo. Questo non è il momento adesso”, ha detto quando gli è stato chiesto quando le misure di controllo della pandemia sarebbero state allentate.

“Dobbiamo stare attenti affinché la stagione turistica sia buona”, ha detto il viceministro della Salute, sottolineando che dobbiamo stare attenti a non rimanere intrappolati e festeggiare bene la Pasqua.

La linea del governo non è di restituire all’NSS gli operatori sanitari non vaccinati

Parlando di operatori sanitari non vaccinati, la sig. Gaga sottolinea che la scienza si basa sull’evidenza. “Gli operatori sanitari sono persone in contatto con il mondo. È un ‘faro’, ma viviamo secondo alcune regole”, ha detto.

E come dice lui, la linea del governo non è di restituire all’NSS gli operatori sanitari non vaccinati. Ha aggiunto che molti medici sono d’accordo con questo punto di vista perché il settore sanitario è sensibile e tutti devono seguire le regole.

Si segnala che nei giorni precedenti era trapelata l’informazione che da lunedì 2 maggio potrebbero non essere richiesti certificati di vaccinazione per l’ingresso nella vendita al dettaglio e nella ristorazione e che i relativi controlli sono in fase di graduale eliminazione. Allo stesso modo, se le condizioni lo consentono, nella stessa data, le mascherine possono essere rimosse al chiuso tranne che nelle aree di interesse sanitario, come ospedali e trasporti pubblici. “Eventuali progressi sull’abrogazione del provvedimento saranno valutati sulla base dei dati sanitari”, ha aggiunto la sig. Gaga.

Fonte: TheTOC.gr

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.