Mobili da esterno: si riscopre il passato

Il vintage è meglio stare attenti! Di fronte al crescente interesse del pubblico per i pezzi storicamente ricchi, un importante editore di mobili per esterni dà vita alle più belle creazioni degli anni ’60 e ’70 in materiale rivisitato.

Comodità danese

La serie “Sedia Dech” del designer di mobili Carl Hansen & Son. DOTT

Una poltrona funzionale e confortevole, il cui alto schienale è disegnato con un’inclinazione perfetta, che è il segno distintivo del design danese. È quindi naturale che Børge Mogensen abbia disegnato la sua gamma di mobili per esterni “Deck Chair” in questo esempio: un modello pieghevole, con bordi arrotondati, che è stato sviluppato alla fine degli anni ’60 per il proprio balcone e che ha richiesto due anni di lavoro per combinare comfort e praticità, compattezza.

Carl Hansen & Søn ristampano questo set (foto), a più di cinquant’anni dalla sua creazione: poltrone lounge con cuscini e poggiapiedi su doghe di legno, tavolini, vassoi, tavoli da pranzo con sedie da giardino abbinate e staffe a parete. Infatti, come all’epoca, questo permetteva di appendere alla parete mobili pieghevoli quando non in uso.

> Carlhansen.com

Relax italiano

Cassina rivisita la poltrona di Carlotta di Afra e Tobia Scarpa.

Cassina rivisita la poltrona di Carlotta di Afra e Tobia Scarpa. Valentina Sommariva

Cassina prosegue il suo lavoro di trasposizione d’archivio al mondo esterno. Dopo la collezione “LC” di Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand, stanno lavorando i designer di mobili carlotta, d’Afra e Tobia Scarpa, la coppia dietro a molte opere leggendarie. Nata nel 1967, questa poltrona dalle linee moderniste, bassa al suolo e dalla forma ampia e accogliente, è pensata per i giovani adulti, famosi baby boomer.

Salvato poiché negli archivi di Cassina, riappare con una silhouette identica, continuando il design originale, ma con materiale nuovo (foto). È stato sviluppato in teak e ha un cuscino in fibra di PET (plastica riciclata). Una zona salotto ideale per un terrazzo, completa di tre tavolini da giardino di diverse dimensioni la cui struttura in legno di teak ha gli stessi dettagli di carpenteria delle sedute.

> Cassina.com

la gloria degli anni Settanta

Allineare

La gamma “Rio 50” del designer di mobili EMU. DOTT

Negli anni ’70, EMU lancia “Rio” e “Ronda”, due collezioni che sono passate alla storia del design. L’editore italiano, specializzato in mobili da giardino, ha appena lanciato questi due modelli in un momento chiave anni settanta non smette mai di essere riconosciuto all’interno.

Gamma “Rio R50”. (foto), rielaborato da Emanuel Gargano e Anton Cristell, conserva lo stile inimitabile della rete metallica e del tubolare di ferro del suo predecessore, ma ora è prodotto utilizzando una tecnica di piegatura che garantisce una migliore ergonomia della sedia.

“Ronda X” prende anche la sua linea ancestrale a livello globale, ma con dimensioni più semplici e dettagli più pensati e più adatti alla terrazza… Un classico semplice ed efficace come sempre, che si è guadagnato un posto nella collezione contemporanea di EMU. Un altro modo per rivendicare la sostenibilità.

> emu.it

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.