Montagne alte. Soldati italiani salvano cinque migranti sulla neve

Cinque nuovi migranti hanno tentato ancora, lunedì 15 novembre, di raggiungere la Francia da Cesana, a pochi chilometri dal confine. Verso le 14 hanno lanciato l’allarme, segnalando ipotermia.

Il centro operativo di emergenza sta lottando per trovarli. Nel frattempo, annaspando nella neve, riescono irrimediabilmente a raggiungere un agglomerato di case nella frazione di Sagnalonga, sopra Cesana. Grazie a un residente, Alpine Secours può essere informato.

Questo contenuto è bloccato perché non hai ricevuto il tracker.

Facendo clic su ” Accetto “, i plotter verranno salvati e potrai visualizzarne il contenuto .

Facendo clic su “Accetto tutti i tracker”, acconsenti ai depositi del tracker per l’archiviazione dei tuoi dati sui nostri siti e app per scopi di personalizzazione e targeting degli annunci.

Hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento.
Gestisci le mie opzioni


In attesa del loro recupero, i migranti vengono ospitati in stanze protette e ricevono una prima assistenza. Dove si trovavano erano caduti circa un metro di neve. Attivato il protocollo di collaborazione tra Secours alpino ed esercito italiano. Il distaccamento degli alpini in servizio presso la caserma Bousson è stato mobilitato e messo a disposizione dei mezzi cingolati. Sono intervenute anche le Guardie di Finanza. I migranti sono stati consegnati alla Croce Rossa.

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.