Muore a 81 anni Milva, una delle grandi cantanti della musica italiana | Cultura

Milva, durante un concerto in Austria nel marzo 2012.DPA via Europa Press (Europa Press)

La cantante Milva, uno dei grandi interpreti della canzone italiana, è morta all’età di 81 anni a Milano dopo una lunga malattia e dopo più di 50 anni di una carriera altamente versatile che lo ha reso un artista riconosciuto in tutto il mondo. “La sua voce ha suscitato profonde emozioni per generazioni. Un grande italiano, un artista che, partendo dalla sua amata terra, è salito sulla scena internazionale, globalizzando il suo successo e portando ai vertici il nome del suo Paese. arrivederci Pantera di Goro”, è stato onorato dal ministro della Cultura italiano, Dario Franceschini, come ha reso nota la sua morte questo sabato.

Ulteriori informazioni

Soprannominata per la sua città natale nel nord-est del paese, ma anche come Milva, quello rosso per il colore rossastro dei suoi lunghi capelli e per il titolo di una delle sue canzoni più famose, scritta da Enzo Jannacci – l’artista è morto a Milano, dove viveva con la segretaria e la figlia, secondo i media statali, sconvolto dalla scomparsa di uno dei componenti del quartetto d’oro della voce femminile italiana degli anni Sessanta e Settanta, insieme alla mistica Mina, Iva Zanicchi e Orietta Berti. Milva si è ritirata dal palcoscenico e dalla vita pubblica dal 2010, quando ha postato su Facebook un messaggio che ricorda oggi Repubblica: “Dopo 52 attività ininterrotte, migliaia di concerti e rappresentazioni teatrali sui palchi di tutto il mondo, dopo cento registrazioni registrate in almeno sette lingue diverse [incluido el castellano], ho deciso di chiudere la mia carriera […] La considero grande e unica, non solo come cantante ma anche come attrice e musicista e interprete teatrale. […] Ho deciso di lasciare definitivamente il palco e fare un passo indietro”.

READ  Fortnite lancia la sua fantastica collaborazione con Ferrari

Nata a Goro, un piccolo comune di 3.000 abitanti Emilia Romagna, Maria Ilva Biolcati è stata decorata dai governi italiano, francese e tedesco ed è diventata una cantante molto apprezzata a livello internazionale: ha venduto più di 80 milioni di dischi ed è l’artista italiana con il maggior numero di album registrati., 173 tra album in studio, album live e raccolte. Con uno stile incredibilmente versatile, Milva ha viaggiato attraverso generi musicali molto diversi grazie alle sue capacità e talenti recitativi unici, dalle canzoni popolari a quelle più intense, e ha ottenuto uno dei suoi più grandi successi con Giorgio Strehler e la sua interpretazione musicale delle opere di Bertolt Brecht. . . Contemporaneamente ha registrato collaborazioni indimenticabili con artisti come Astor Piazzolla, Ennio Morricone, Mikis Theodraks, Vangelis, Enzo Jannacci e Franco Battiato. Repubblica mettendo in evidenza “la sua voce, capacità di adattamento a qualsiasi genere musicale, curiosità, talento, versatilità e capacità di parlare le lingue straniere”. Lo stesso giornale ha sottolineato che Milva è stata una pioniera nel denunciare la violenza di genere con canzoni come uomo attivo.

Ha partecipato 15 volte al Festival di Sanremo, che non ha mai vinto, ma nel 2018 le ha regalato un premio alla carriera che ha raccolto sua figlia. Nella stessa gara esordì nel 1961, all’età di 22 anni: si classificò terzo.

Il 26 marzo ha ricevuto il vaccino contro il coronavirus. “Sono stato vaccinato perché tengo alla mia vita e alle altre persone. Fai lo stesso. Dobbiamo tornare alla nostra vita precedente e abbracciare i nostri cari. Insieme possiamo sconfiggere questo virus”, ha scritto in seguito su Facebook, secondo i media italiani.

READ  Per gli italiani il 3 novembre scade il termine per iscriversi e votare alle elezioni del Comitato | Internazionale

Tutta la cultura che ti accompagna ti aspetta qui.

Cliente

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.