Nave da guerra gravemente danneggiata: ecco perché “Moskva” è così importante per Putin

La nave da guerra fu gravemente danneggiata
Ecco perché “Moskva” è così importante per Putin

Ci sono diversi rapporti sulle condizioni di “Moskva”. Una cosa è chiara: la nave principale della flotta russa del Mar Nero è stata gravemente danneggiata. L’incrociatore è sempre stato coinvolto quando Putin è andato in guerra negli ultimi anni. Ma la nave ha anche un significato simbolico per Mosca.

L’incrociatore Moscow, la nave principale della flotta russa del Mar Nero, è stato gravemente danneggiato nel conflitto con l’Ucraina. Tuttavia, non è chiaro se sia affondato, come sostiene la parte ucraina. La Russia nega questo account.

Secondo gli addetti ai lavori, gli Stati Uniti presumono che la lotta al fuoco continuerà a “Moskva”. Si dice che la nave da guerra si stesse dirigendo verso il suo porto di origine di Sebastopoli, ha detto un alto funzionario militare statunitense, che ha rifiutato di essere nominato. La nave sembrava aver subito gravi danni e l’incendio era probabilmente molto grande. Tuttavia, una cosa è certa: le navi comando hanno un grande significato simbolico per la Russia, poiché vengono utilizzate ripetutamente per scopi diplomatici oltre che militari.

L’incrociatore missilistico di classe Atlant è progettato come un cacciatorpediniere per portaerei. Nel 1983 è stato messo in funzione in epoca sovietica con il nome di “Slava” (Gloria). La nave da guerra di 186 metri, ribattezzata Moskva (Mosca) nel maggio 1995, è armata con 16 missili antinave Basalt/Wulkan – la versione navale del missile S-300 a lungo raggio – e missili Osa a corto raggio. Ha anche un lanciarazzi e un siluro.

Secondo l’agenzia di stampa Ria Nowosti, la nave ha subito due importanti revisioni e ammodernamenti, l’ultima nel 2018-2020. Secondo il Ministero della Difesa, l’incrociatore può ospitare un equipaggio di 680 persone. “Moskva” è di stanza a Sebastopoli, la base della flotta russa del Mar Nero nella penisola di Crimea, che è stata annessa alla Russia nel 2014.

La nave è stata utilizzata per la prima volta nel conflitto armato in Georgia nell’agosto 2008. Dopo che la Russia è intervenuta nella guerra siriana al fianco del sovrano Bashar al-Assad, la “Moskva” è stata schierata nel Mediterraneo orientale tra settembre 2015 e gennaio 2016 Secondo il Ministero della Difesa russo, sta mettendo in sicurezza la base aerea russa di Hmeimim in Siria.

“Vaffanculo” invece di compito

Dal 24 febbraio, anche gli incrociatori missilistici sono stati coinvolti negli attacchi russi contro l’Ucraina. All’inizio del conflitto, le navi attaccarono l’isola del serpente ucraino vicino al confine rumeno. La comunicazione radio con le guardie di frontiera ucraine sull’isola è diventata virale: quando è stato chiesto di arrendersi, le guardie di frontiera hanno risposto: “Nave da guerra russa, vaffanculo”. Poco dopo, la “Moskva” e la nave “Vasily Bykov” aprirono il fuoco sull’isola e i soldati ucraini furono catturati.

La nave ha anche servito negli ultimi anni gli scopi diplomatici della Russia: incrociatori missilistici sono stati coinvolti nelle operazioni intorno al vertice maltese tra Mikhail Gorbachev e il presidente degli Stati Uniti George Bush nel dicembre 1989, avvenuto a bordo della “Maxim Gorki”. . La nave viaggia in tutto il mondo per varie manovre militari e attracca in vari porti europei, asiatici e africani.

Il presidente russo Vladimir Putin ha utilizzato l’incrociatore anche per ricevere con gli onori militari i suoi più stretti confidenti politici, tra cui il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sissi a Sochi nell’agosto 2014 e il primo ministro Silvio Berlusconi durante una visita in Italia.

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.