Nella Repubblica ceca stanno emergendo nuove possibilità per la terapia con cellule staminali. Devono salvare animali malati

Aggiornare: 16.12.2021 21:09
Rilasciato:

Ben il 90% dei gatti, un quarto dei cani da compagnia e più della metà dei cavalli hanno l’artrosi. A causa della loro natura, le cellule staminali hanno il potenziale per sostituire la cartilagine, il tendine o le cellule muscolari danneggiate e quindi migliorare la qualità della vita di molti animali. Un team di scienziati cechi di Contipro, uno dei leader nel campo dell’acido ialuronico e dell’ingegneria dei tessuti da 30 anni, sta ora sviluppando una terapia cellulare innovativa che semplificherà la terapia con cellule staminali per la medicina generale.

Attualmente, cliniche veterinarie e ambulatori in tutto il mondo, inclusa la Repubblica Ceca, sono coinvolte nel trattamento con cellule staminali, con tassi di successo che vanno dall’80 al 95 percento. Il successo del trattamento con cellule staminali è stato confermato in uno studio pubblicato su Stem Cells Translational Medicine da una clinica veterinaria in Italia, che ha trattato 130 cani affetti da osteoartrite con cellule staminali. Ben il 78 percento dei cani è migliorato dopo solo un mese di trattamento e dopo sei mesi il tasso di successo è aumentato all’88 percento. Rispetto al trattamento standard, i medici non hanno avuto effetti collaterali.

La medicina convenzionale ha effetti collaterali

Gli effetti collaterali sono principalmente legati al trattamento con corticosteroidi, spesso utilizzato dai veterinari. Ciò riduce l’infiammazione e quindi il dolore al tendine ferito, ma impedisce anche una guarigione di qualità. Inoltre, con la somministrazione ripetuta di corticosteroidi possono verificarsi complicanze sistemiche, comprese alterazioni avverse della funzione polmonare o epatica.

“Tra l’altro, i tendini non hanno più tale flessibilità e spesso si verificano lesioni ripetute. Se un cavallo da corsa non raggiunge il suo livello originale, la sua carriera sportiva è finita. La terapia con cellule staminali guarisce il tendine ferito mantenendo la sua elasticità originale – il cavallo può continuare a galoppare indefinitamente. Entro un mese di applicazione, fino al novanta percento dei tendini può essere visto con gli ultrasuoni”, spiega Eva Weiss, ricercatrice di biotecnologie di Contepro. “Nelle fratture più complesse nei cani, la terapia con cellule staminali aiuta a guarire le ossa e può prevenire le amputazioni degli arti”. Inserisci.

Le cellule staminali appartengono agli animali

I veterinari usano più spesso le cellule staminali mesenchimali per trattare il tessuto connettivo. In caso di terapia autologa, il medico rimuoverà dall’animale la giusta quantità di midollo osseo o di tessuto adiposo. Le cellule staminali sono state isolate e coltivate da tessuto prelevato presso il laboratorio di Contipra. Le cellule staminali autologhe sono proprietà dell’organismo, riducendo così al minimo la possibilità di resistenza al trattamento da parte del sistema immunitario, nonché le reazioni indesiderate.

Dopo l’applicazione, le cellule aiutano a produrre citochine per ridurre l’infiammazione, attivare l’auto-rinnovamento cellulare nel sito del danno e avviare il processo di rigenerazione.

Trattamento cellulare con singola iniezione

Per rendere più accessibile e diffusa la terapia con cellule staminali, i ricercatori della ceca Contipro hanno deciso di sviluppare un prodotto che sarà distribuito per iniezione e pronto per la somministrazione immediata. “Dopo aver rimosso il materiale da cui sono state isolate le cellule staminali, le cellule staminali vengono coltivate per circa due o tre settimane. Una volta coltivato un numero di cellule adeguato alla lesione, il medicinale sarà disponibile per l’uso immediato e non avrà più essere gestito da un veterinario.” ha detto Weiss.

I farmaci devono essere somministrati entro 24 ore, a seconda della diagnosi. Nella maggior parte dei casi di trattamento di malattie o lesioni al sistema muscolo-scheletrico, le cellule staminali verranno applicate localmente al sito della lesione.

La salute è migliorata in poche settimane. “Tuttavia, la durata del trattamento dopo l’applicazione è individualizzata in base al tipo e alle dimensioni della lesione. Anche l’età gioca un ruolo importante: le cellule dei pazienti più giovani hanno spesso un potenziale rigenerativo più significativo. È anche vero che il corpo risponderà più rapidamente a trattamento in individui affetti. più giovani.” ha aggiunto Eva Weissova.

I ricercatori di Dolní Dobrouč vogliono concentrarsi sul trattamento dell’osteoartrite nei prossimi mesi e sviluppare altri farmaci a base di cellule staminali utilizzando trattamenti sperimentali su misura. Possono aiutare anche in altri disturbi. In futuro viene offerto anche un trattamento combinato con cellule staminali e acido ialuronico, che di per sé ha proprietà antinfiammatorie e rigenerative.

Articoli di pubbliche relazioni

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.