Nuovi prodotti dai sapori italiani da scoprire a Brive (Corrèze)

La cucina italiana è sotto i riflettori al Brive con l’apertura, a dicembre, di una pizzeria in allée des Tilleuls e di un negozio di alimentari in rue de la République.

Un pizzaiolo formato da un campione del mondo

Pascal Bellemain, professionista della ristorazione da circa trent’anni, ha iniziato a produrre la propria pizza dopo aver conosciuto John Bergh, due volte campione del mondo in questa specialità, campione francese e maestro artigiano.

“Era il nostro vicino quando vivevamo ad Aix-en-Provence e mi ha allenato per una settimana intensiva, tutti i giorni dalle 7:00 alle 21:00?! Una formazione fatta per gioco che Pascal Bellemain ha poi messo a frutto aprendo la propria pizzeria con la moglie Gwen, l’ultima nata a Brive, ma dopo aver venduto il loro ristorante a Martigues nel 2019, la coppia aveva invece preso in considerazione l’idea di viaggiare da tempo. Ma sono rimasti piacevolmente sorpresi dal dolore e dal confinamento del 2020, hanno finalmente deciso di stabilirsi a Brive per essere più vicini alla loro famiglia e ai loro amici … e logicamente avviare un’attività nel loro campo prescelto.

Ricevi la nostra eco-newsletter via e-mail e trova notizie da attori economici nella tua zona.

NL { “path”: “mini-inscription / MT_Decideur”, “accessCode”: “14062683”, “allowGCS”: “true”, “bodyClass”: “ripo_generic”, “contextLevel”: “KEEP_ALL”, “filterMotsCles”: “1 | 3 | 13 | 80 | 1951”, “templates”: “generic”, “hasEssentiel”: “true”, “articleid”: “4062683”, “articleidList”: “4062683”, “departmentID”: “237 “,” idZone “:” 11384 “,” parole chiave “:” 1 | 3 | 13 | 80 | 1951 “,” premium “:” true “,” pubs “:” banniere_haute | articolo “,” sito “:” MT “,” subDomain “:” www “,” urlTitle “:” alcune-novità-con-sapori-italiani-da-scoprire-un-brive-correze “}

A Brive, nuovi negozi ampliano la gamma di decorazioni

Pascal e Gwen Bellemain hanno poi acquistato l’ex pizzeria, L’Arlequin, allée des Tilleuls, per trasformarla a loro piacimento: una sala colorata e moderna da quaranta posti con cucina a vista con un grande forno. investimento di 500.000 euro.

“Abbiamo immaginato l’arredamento e il layout del negozio… Nei bagni dove le sorprese attendono i clienti?! determinare il partner. Abbiamo anche scelto una giraffa come logo per il nostro ristorante chiamato Rosi Tratorria. “

L’impasto viene preparato con 72 ore di anticipo

Dopo aver impiegato tre persone, Pascal e Gwen Bellemain hanno aperto una settimana fa e mettono in mostra le loro pizze un po’ fantasiose e spesso originali, per lo più prodotti 100% italiani e impasti speciali. “Io uso un impasto naturale, biga, lo lascio in cantina per 18 ore a 20 gradi, poi lo metto nella preparazione di un impasto che deve riposare 72 ore. Ad esempio, per la pizza della domenica, faccio l’impasto questo giovedì alle 6?! Questo procedimento si traduce in un impasto molto leggero e croccante. Il menu è composto principalmente da pizza, ma cerchiamo un cuoco per mescolare i primi piatti. “

L’apertura del ristorante al Brive, che offre anche da asporto, è molto diversa dalla loro precedente esperienza.

Il nostro ultimo ristorante può ospitare 350 persone e impiega 35 persone. Qui il contatto con i clienti è più piacevole, a misura d’uomo.

Tornare a casa con la cucina italiana

Arrivata a settembre 2019 con il marito di Brive, Victoria Manzoni, dalla formazione alberghiera alla ristorazione e diplomata alla licenza specializzata nel lusso, approfittando del confinamento imposto per lavorare su un progetto a cui sta lavorando: allestire un proprio negozio.

Victoria Manzoni ha aperto il suo negozio di alimentari italiano, Maison Manzoni, il 18 dicembre. foto di SP

“Mi sembra più facile farlo a Brive che a Parigi dove l’affitto è molto caro e c’è più concorrenza. Proveniente dall’Italia da parte di mio padre (i miei nonni sono lombardi), ho iniziato a fare la pasta fresca nel tempo libero e mi piace farlo: le mosse sono fantastiche. ”

Il tema del negozio è quindi abbastanza ritrovato. Ma prima del lancio, Victoria Manzoni ha inviato un sondaggio su Facebook: “Hanno risposto 450 persone, che mi ha spronato e mi ha dato un’indicazione del consumo di pasta per stimare il volume da raggiungere. “

Produzione diretta

Così, trovata una stanza in 11, rue de la République, Victoria Manzoni vi ha allestito una zona cucina, per preparare pasta e ravioli e un corner shop con prodotti italiani, secchi ma anche freschi (salumi e formaggi).

“L’unica pasta che proporrò dalla prossima settimana è da portare a casa e cucinare a casa, non faccio ristorazione”, dice il nuovo negoziante. Per mostrare il lato artigianale di questa produzione, ho allestito un banco da lavoro nella vetrina dove potevo di volta in volta fare la pasta a mano e al volo. ”

Christine Moutte

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.