Ondata di caldo, legislatura, convocazione il 18 giugno… 6 novità che sentirete domani

18:30, 17 giugno 2022

1 – Ondata di caldo: record previsto prima dell’inizio del raffreddamento

La mappa è stata rilasciata da Météo-France alle 16:00.

(Meteo francese)

L’ondata di caldo continua a diffondersi in Francia. Due nuovi dipartimenti, Pyrénées-Atlantiques e Hautes-Pyrénées, sono stati messi questo pomeriggio in allerta ondata di caldo rosso da Météo-France. Contavano 14 persone, situate esclusivamente nel sud-ovest e nell’ovest della Francia. Anche il numero dei dipartimenti in allerta arancione è più che raddoppiato, passando da 25 a 57 dipartimenti.

Per tutti questi campi, Le temperature del sabato pomeriggio più caldo andranno dai 33 ai 42 gradi. Diversi record dovettero essere abbandonati, in particolare a Parigi, dove era possibile raggiungere la soglia dei 40 gradi, battendo un record precoce risalente al 1947.

L’inizio del rinfresco è previsto in serata da sabato a domenica grazie all’aria fredda che entra da nord e da ovest. Farà ancora caldo, soprattutto nell’est della Francia.

2 – Legislatura: un posto alle urne per un teso secondo turno

manifesto

Confessione di fede in vista del secondo turno delle elezioni legislative.

(AFP)

La Francia è sicura di voltare pagina sulla sua campagna elettorale del 2022 questo venerdì sera a mezzanotte. Il secondo turno delle elezioni legislative in programma domenica – e che inizierà sabato in alcuni territori d’oltremare e per i francesi che vivono nelle Americhe – punta a rinnovare l’Assemblea nazionale. Se Jean-Luc Mélenchon si vede ancora come Primo Ministro dopo le elezioni, con una maggioranza di Nupes che vota per le sue riforme, lo scenario più probabile è che una maggioranza presidenziale ottenga più seggi. Ma Emmanuel Macron non è garantito per avere la maggioranza assoluta, che richiede almeno 289 membri eletti su 577.

Le ultime proiezioni dell’agenzia elettorale danno al miglior blocco Ensemble (LREM, MoDem, Horizons) tra 275 e 305 seggi, il peggiore tra 252 e 292 seggi. La partecipazione è stimata tra il 44 e il 49%, nessun miglioramento rispetto al primo turno (47,51%) ma comunque al di sopra del record del 2017 (42,64% al secondo).

Trovate sul nostro sito gli articoli dedicati al legislatore:

3 – Appello 18 giugno: cerimonie previste a Mont-Valérien e Colombey

Perché ogni anno verrà commemorato sabato l’appello del 18 giugno, lanciato nel 1940 dal generale de Gaulle per respingere la sconfitta e incoraggiare la Francia a continuare la guerra contro i nemici nazisti. Una cerimonia avrà luogo sabato mattina, dalle 10:30, a Mont-Valérien, a Suresnes (Hauts-de-Seine), alla presenza di Emmanuel Macron.

La giornata segnerà anche il 50° anniversario dell’inaugurazione del memoriale di Charles-de-Gaulle, a Colombey-les-Deux-Eglises. (Alta Marna). I festeggiamenti, iniziati venerdì, si concluderanno sabato sera con uno spettacolo pirotecnico attorno alla grande croce di Lorena eretta nel 1972. Il monumento, alto 43,50 metri, è stato ristrutturato negli anni 2010 ed è stato completato nel 2008 con 1.600 piazze – piazza nuova. museo del metro.

4 – Al processo contro lo “stupratore di Sambre”, la vittima ha impugnato

dinoscala

Dino Scala è stato richiamato nella giornata di apertura del suo processo, il 10 giugno, davanti alla Corte d’assise di Douai.

(AFP)

Trent’anni di stupri e aggressioni sessuali in un diamante a 30 chilometri lungo il fiume Sambre, vicino a Maubeuge (Nord). A quattro anni dal suo arresto, Dino Scala, 61 anni, è comparso dal 10 giugno e fino al 1 luglio davanti alla Corte d’assise di Douai. È il più importante stupratore seriale di Francia, accusato da 56 donne di tutti i profili. Questo venerdì, alcune delle vittime sono tornate in azione. Uno di loro è stato smentito dalla difesa. Di conseguenza, quest’ultimo, rappresentato da Caty Richard, viene attaccato di notte mentre nella maggior parte dei casi Scala lavora al mattino. La sua testimonianza al bar ha portato a una disputa tra Me Richard e Margaux Mathieu, in difesa. Il lunedì sarà anche dedicato all’udienza della vittima.

Trova, al JDD, i processi stasera e tutti i giorni assistiti da Emmanuel Riglaire, procuratore civile.

5 – Candidatura Ue: Ucraina sospesa dal via libera 27

L’Ucraina aspirerà ufficialmente a diventare l’Unione Europea la prossima settimana? Gli Stati membri decideranno il 23 e 24 giugno al vertice del Consiglio d’Europa a Bruxelles, mentre La Commissione europea ha raccomandato venerdì di concedere lo status di candidato all’Ucraina e alla Moldova.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha elogiato la decisione “storico”. Giovedì, in una visita improvvisata a Kiev, i leader di Francia, Germania, Italia e Romania avevano dato un forte sostegno a una richiesta avanzata a fine febbraio dalla nazione belligerante, quattro giorni dopo l’inizio dell’invasione russa. La Moldova, il suo vicino sud-occidentale, temendo un prolungamento del conflitto, ha presto seguito l’esempio.

Queste circostanze straordinarie potrebbero convincere paesi come i Paesi Bassi, la Danimarca o l’Austria a sollevare la loro riluttanza. Se ci sarà il via libera dall’UE, i negoziati si apriranno e dovrebbero durare diversi anni prima della possibilità di adesione.

Leggi anche – Unione Europea: perché l’Ucraina è ancora lontana da una candidatura ufficiale e da un’adesione effettiva

6 – F1: la Ferrari deve fermare l’emorragia a Montreal

Charles Leclerc ha assicurato che non lo era “assolutamente non superstizioso”. I monegaschi, però, hanno appena vissuto quattro weekend identici di fila: pole position sabato ma negata il primo posto il giorno successivo in gara. Così tanto daè sceso al terzo posto nella classifica piloti, dietro alle Red Bull di Max Verstappen e Sergio Pérez, dopo un buon inizio di stagione (due vittorie, in Bahrain e Australia).

Che dire di Montreal, dove la Formula 1 torna per la prima volta dal 2019? Le qualifiche per il Gran Premio del Canada (21:40, Canal+) daranno un’indicazione del morale dei piloti Ferrari, che da due mesi inseguono il successo.

Questo ci rende felici: buoni pasto gratuiti

In Cornovaglia, l’azienda sociale Family Foraging Kitchen ha progettato una mappa che mostra dove trovare e raccogliere gratuitamente cibo selvatico. Questa iniziativa mira a combattere l’aumento dei prezzi dei generi alimentari. “Non possiamo più permetterci di andare al supermercato e fare acquisti ogni settimana”, ha affermato Vix Hill-Ryder, il fondatore dell’azienda.

In particolare, le mappe mostrano quelle in cui prosperano alcune specie selvatiche nella penisola di Rame, a sud di Plymouth, come dulse, una specie di alga che è un’alternativa vegana al maiale colazione.

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.