Pandemia: anche in Italia è iniziato l’allentamento delle misure

L’Italia dopo 26 mesi ha lasciato lo stato di emergenza a causa del coronavirus. I costi che lo Stato ha pagato finora sono stati pesanti: 160mila persone hanno perso la vita, i contagi hanno raggiunto i 15 milioni. Da oggi, con la consapevolezza della situazione, inizia una nuova fase. Nei bar e nei ristoranti non ci sono più restrizioni all’esterno, basterà anche un test negativo per accedere all’interno.

Allo stesso tempo, gli insegnanti che non sono stati vaccinati possono tornare a scuola. Tuttavia, non sono in contatto diretto con gli studenti, ma con compiti diversi, che non sono ancora chiari. Gli insegnanti si rifiutano di cambiare, anche temporaneamente, diventano amministratori e presidi e gli insegnanti delle scuole medie non sanno come risolvere i problemi.

La pandemia non si è placata

Contemporaneamente ad oggi, per poter comprare le sigarette, andare in banca o in un ufficio postale, o entrare in un qualsiasi negozio, non serve il certificato di vaccinazione.

Accesso gratuito, con mascherina, ai mezzi pubblici. Al contrario, i certificati di vaccinazione – o test negativi – sono ancora richiesti per i treni e gli aerei nazionali, le navi e gli impianti sportivi. Le fasi non tornano alla pienezza del 100%.

Va notato, però, che nelle ultime settimane il controllo in Italia e il generale rispetto delle regole si sono in alcuni casi “indeboliti”. “La pandemia non è ancora finita, ma da oggi stiamo cercando di gestirla senza misure di emergenza”, ha affermato il ministro della Salute italiano Roberto Speranza. “Ma dobbiamo essere realistici, nessun pulsante OFF può spegnere la pandemia. Il virus continua a circolare e l’uso delle mascherine al chiuso è molto importante”, ha avvertito l’italiano.

Theodoros Andreadis-Siggelakis, Roma


Fonte: onda tedesca

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.