Scacchi / Russia e Cina dominano l’abbagliante Bled nel 2002

Buon percorso con finali non eccezionali per la Grecia e successo per Cipro in molte 35a Olimpiade di scacchi in Slovenia

La 35a Olimpiade si è svolta dal 25 ottobre all’11 novembre 2002 a Bled, in Slovenia, una cittadina segnata da un lago da sogno, al centro del quale si trova un’isoletta molto piccola con un’antica chiesa e sullo sfondo delle gelide Alpi.

Secondo il presidente dell’Ilioupoli Chess Club, Loukas Zacheilas, responsabile della seconda parte del tributo alle Olimpiadi di scacchi, Bled ha una lunga tradizione scacchistica poiché nel 1931 il campione del mondo Alexander Aliehin fu sconfitto mentre Tal, nel 1959, aveva vinto un torneo concorrente che lo ha portato in vetta alla Coppa del Mondo e nel 1965 ha eliminato Portis e Larsen dalla rivendicazione del titolo mondiale.

Nonostante il fatto che la sala dove si sono svolti i giochi fosse relativamente piccola per il numero di paesi partecipanti, i partecipanti hanno considerato l’evento uno dei migliori degli ultimi anni. Con un nuovo record di 135 squadre (3 squadre slovene) nel torneo open e 90 squadre nel torneo femminile, le Olimpiadi hanno tutte le condizioni per un evento molto competitivo ed emozionante.

Tutte le migliori squadre compaiono a Bled. La Russia è arrivata con una rosa forte, nonostante abbia lottato senza il campione del mondo Kramnik (nel 2000 ha vinto il titolo da Kasparov). Kasparov, affamato di differenza, ha giocato per primo sulla scacchiera, seguito da Grischuk, Halifman, Morozevich, Svidler e Rublevsky. La squadra ungherese si affidava all’ormai leggendaria Judith Polgar e ai leader di Leko e Almasi. L’Ucraina ha anche due grandi giocatori nella sua squadra, il campione FIDE Ponomaryov e lo sfidante al titolo FIDE Vassily Ivanchuk. Era un’epoca in cui gli scacchi erano ancora divisi e convivevano due campioni del mondo.

Al primo turno, uno dei più grandi sconvolgimenti delle Olimpiadi si è verificato con la sconfitta del Brasile contro il Lussemburgo con un punteggio di 1-3. La Russia, nonostante abbia perso al 9° turno contro l’Ungheria 1,5-2,5, è in testa. Kasparov ha segnato 7,5 punti in 9 partite e ha ottenuto la più alta prestazione ELO nel torneo (2933), estendendo il suo vantaggio in cima alla classifica FIDE.

L’Ungheria è stata impressionante per tutta la partita ei suoi giocatori hanno perso solo una partita su 56 giocate! La squadra ha registrato 11 vittorie, 2 pareggi e solo 1 sconfitta (contro la Repubblica Ceca), ma ha vinto diverse partite con un punteggio di 2,5-1,5 mentre la Russia con vittorie larghe ha raccolto punti. L’Armenia ha vinto la medaglia di bronzo grazie all’eccellente prestazione di Akopian sulla prima scacchiera.

La squadra greca ha disputato un ottimo torneo che purtroppo due sconfitte negli ultimi due turni le hanno impedito di raggiungere la classifica finale 5-7, obiettivo assolutamente realizzabile. Ha preso il 25° posto con 31,5 punti, in 135 presenze. Composizione: Giannis Papaioannou 6/12, Christos Banikas 2/7, Stelios Chalkias 6/11, Igor Miladinovic 4,5/6, Giannis Nikolaidis 5,5/8 e Angelos Vouldis 7,5/12.

La nazionale cipriota, con l’efficace Vassilis Kotronias sulla prima scacchiera (imbattuto con 8 vittorie e 6 pareggi) ha conquistato il 78° posto con 27,5 punti, ottenendo il più alto tasso di successo (49,1%), dal 1962 iniziando a gareggiare alle Olimpiadi.

L’incredibile Zao Wee

Alle Olimpiadi di scacchi femminili, la squadra cinese ha vinto il primo posto con 29,5 punti. Zhao Wee, 17 anni, con 11 vittorie in 12 partite e uno stile di gioco molto aggressivo, con molti sacrifici spettacolari, ha rubato la scena per ottenere la prestazione

2707. Ottima prestazione la squadra russa che con 29 punti ha conquistato il 2° posto mentre al 3° posto la squadra polacca con 28 punti. Sorpresa negativa, è stata la squadra georgiana a conquistare il primo posto, ma alla fine è crollata con 4 sconfitte in altrettante partite.

Ancora una volta la squadra greca ha una buona classifica finale (23° posto su 90 squadre con 23 punti). Composizione: Anna Maria Botsari 8,5 / 13, Marina Makropoulou 5,5 / 13, Katerina Fachiridou 4,5 / 8 e Maria Kouvatsou 4,5 / 8.

Dentro e fuori la scacchiera

Un gioco di strategia esperto con manovre tattiche intelligenti di Gary:

Sashikiran (India, 2670) – Kasparov (Russia, 2838) [D15]

1.Ιζ3 5 2.δ4 6 3.γ4 6 4.Ιγ3 6 5.γ5 7 6.Αζ4 5 7.Αη5 6 8.Αδ2 7 9.ε4 xε4 10.Ιxε4 6 11.Ιγ3 6 12.Ιε5 6 13. 3 8 14.Αε3 7 15.Αγ4 xγ4 16.Ιxγ4 6 17.0–0 7 18.Πζδ1 0–0 19.Παγ1 5 20.Ιxδ5 xδ5 21.Ιβ6 xδ4 22.Βη4 5 23.1Ιx1 4 x 23.1Ιx14 x 26.Πxγ1

26… 5 27.β3 8 28.Αδ2 6 29.Βε3 4 30.Βε2 4 31.Αζ4 6 32.Αδ6 6 33.Πδ1 6 34.Ρη1 3 35.Βζ1 3 36.ζxε3 xε3 + 37.Ρθ1 x37.Ρη1 .Πxζ1 2 0-1.

Stelios Chalkias ha vinto in modo decisivo il potente Gran Maestro Lyubomir Fatsnik, esercitando una pressione costante sui pedoni neri dall’inizio alla fine:

Calcia (2528) – Ftacnik (Slovacchia, 2603) [D82]

1.δ4 6 2.γ4 6 3.Ιγ3 5 4.Αζ4 7 5.ε3 6 6.Ιζ3 7 7.γxδ5 xδ5 8.Ιxδ5 xδ5 9.Αδ3 6 10.Ββ3 5 + 11.Πε2 6 12.Αη3 5 1 xε5 xε5 14.Πθγ1 0–0 15.Ρζ1 6 16.Ιη5 8 17.Ιε6 5 18.Πxγ5 xγ5 19.Ιxδ8 xδ8 20.Πδ1 4 21.ζ3 8

22.Ag4! 7 36.Ββ8 + 8 37.Βδ6 + 7 38.Βδ8 + 8 39.Βδ6 + 7 40.Βδ8 + 8 41.Αδ6 + 7 42.Αγ4 + 7 43.Βxε8 4 + 44.Αη3 1–0.

Oltre ai giochi in 64 caselle, sono interessanti anche gli sviluppi politici. Alla conferenza FIDE è stato ufficialmente ratificato il “Trattato di Praga” che prevedeva la riunificazione dei due campionati del mondo dopo le gare di riunificazione previste per novembre 2003. Purtroppo, ancora una volta, le cose erano ancora in fase di progettazione, che ha portato alla loro proroga . divisione.

Robert Guaze dello Zimbabwe è il secondo giocatore di scacchi nella storia a segnare il 100%, giocando 9 partite alle Olimpiadi. Il primo giocatore a farlo fu il campione del mondo Aliehin nel 1930.

Le Olimpiadi di Bled sono le prime a condurre test antidoping su tutti i giocatori!

Programmi sulla scacchiera greca e mondiale

Piani di corse ambiziosi per il 2022, con gare internazionali ad aprile a Rodi, National Highway a luglio e campionati mondiali e giovanili panellenici durante tutto l’anno.

Il programma delle gare 2022 è preparato e annunciato dall’ESO.Il Campionato Nazionale è previsto per il periodo 2-7/7. La qualificazione a squadre AD Ethniki deve scadere entro il 29/5. La finale di Coppa di Grecia si giocherà nelle due giornate 30/6-1/7. Il 30/9 sarà completato il Gruppo di Categoria B, la Direzione Generale Nazionale e Locale. Panellenic Boys – Girls si terrà dal 15 al 18/12.

I Campionati Panellenici Open Individuali Maschili e Femminili si svolgeranno in estate (solitamente integrati negli open internazionali) e i Campionati Greci Indoor sono previsti per il periodo 3-11/12.La data ospitante per i Panellenici Giovanili: I Campionati Giovanili – Under 20 è 26/4- 2/5 e fino a 18 anni 17-23/8 Ragazzi – Ragazze rispettivamente (categorie di età 8, 10, 12, 14 e 16 anni) si svolgeranno tra il 25/6-1/ 7. Gli studenti panellenici si terranno nei tre giorni 16, 17 e 18/4. Tutti gli eventi sul sito: https://www.chessfed.gr/archives/10637.

Il primo grande evento internazionale nel nostro Paese si svolgerà dal 20/4 al 4/5 a Rodi e comprenderà tre importanti eventi. Campionati Europei Scolastici (20-30/4), per ragazzi e ragazze nelle categorie di età 7, 9, 11, 13, 15 e 17 anni. Torneo Internazionale Open “Rhodes Easter Cup” (20-30/4). FIDE World Youth Blitz & Rapid Championship (30 / 4–3 / 5), per uomini e donne di età compresa tra 8, 10, 12, 14, 16 e 18 anni. Le partite si terranno presso il resort per conferenze a 5 stelle “Rodos Palace” . L’annuncio dettagliato è stato pubblicato su http://rodos2022.com.

Il Gran Premio FIDE prevede due tornei a Berlino e uno a Belgrado (4/2-3/4). Si svolgeranno in Israele (8-17/5) i Campionati Mondiali per Disabili (8-17/5), i Campionati Mondiali Scuole a Panama (10-17/6), i Campionati Mondiali Veterani in Italia (16-27/6), i Mondiali Campionati Giovanili 14, 16 e 18 anni in Romania (5-18/9 e Mondiali Under 20 in Italia (11-23/10).

Le Olimpiadi degli scacchi sono previste per il periodo dal 26/7 all’8/8. Date del Torneo Reclami del Campionato del Mondo, il torneo Reclami del Campionato del Mondo femminile dovrebbe essere completato. Programmi dettagliati dei giochi più importanti, di tutti i continenti, sul sito https://www.fide.com/calendar.

La prima grande partita di scacchi del 2022 sarà la Tata Steel Masters che si terrà a Wijk aan Zee, Paesi Bassi (https://tatasteelchess.com/). Goditi un gioco potente con un finale spettacolare:

Grandelius (Svezia, 2672) – Relazione (Ungheria, 2763)

1.ε4 5 2.Ιζ3 6 3.δ4 xδ4 4.Ιxδ4 6 5.Ιγ3 7 6.η4 7.Αε3 6 8.ζ3 6 9.Βδ2 5 10.ζ4 4 11.Αxγ4 xγ4 12.ε5 xη4 13.Πη1 xε3 14.Βxε3 5 15.0–0–0 7 16.Ρβ1 0–0–0 17.Ιε4 8 18.Πδ3 8 19.Πηδ1 7 20.Πγ3 4 21.Πγδ3 xε4 22.β3 5 23.Βxε4 7 2 8 25.Πη3 3 26.θ4 4 27.θ5 3 28.Πxη7? [28.ζxε6! δxε6 29.Πxη7] 28 … 3! [όχι 28…εxζ5 29.Βδ5 (29.Βxζ5 Πxβ3+ 30.γxβ3 Βxδ4) 29…Πθ3 30.Βδ6+ Βxδ6 31.εxδ6] 29.Βε1

29 … 1 !! 30.Πη1 [30.Ιγ6+ Πxγ6] 30 … xη1 31.Βxη1 3 0–1.

Addio vita

La morte di Zoe Moulla, una persona così amata sul campo degli scacchi, è profondamente rattristata. Nato a Ellinochori, Didymoteicho, ha iniziato la sua carriera scacchistica nel 1979 a ES. Salonicco e l’ha terminato nel 2019 al SO Didimoteicho. È stata uno dei nomi più importanti degli anni ’80, periodo in cui gli scacchi fiorirono tra le donne in Grecia. In quattro decenni ha giocato centinaia di partite in campionati nazionali, partite di club, tornei internazionali, nonché in vari eventi. Amava molto gli scacchi (un’estate, a Ikaria, perse la nave perché a bordo stava giocando blitz in un caffè) e si distinse per il suo stile di gioco speciale. Lavora come ostetrica ed è sempre molto vicina a chi ha bisogno di lei.

Zoe Moulla
Intensa attività competitiva e contributo sociale di Zoe Moullas in quattro decenni (foto di P. Tamvakos da “Ikaros 2015”)

Norm GM di T. Pantavos nel 1992

Correzione e completamento dell’articolo di domenica scorsa sulle norme dei grandi metri da parte degli scacchisti greci: Takis Pantavos ha giocato nel 1992 in un torneo internazionale a Corfù e, battendo Kozul, Atalik ed Ermenkov, tra gli altri, ha raggiunto quota 26 contro 60! Raggiunge la norma del grande metro, che, erroneamente, non è menzionata dalla FIDE nella relativa tabella.

PUNTUALITÀ

Oggi in molti paesi si tiene la 18a competizione internazionale per la risoluzione dei problemi di scacchi paralleli. In Grecia, si terrà in Attica (atrio di Ilioupolis sulle vie Vouliagmeni e Papanastasiou, vicino alla stazione della metropolitana “Alimos”, [email protected]) e Patrasso (aula universitaria del Peloponneso, [email protected]). Maggiori informazioni su kalilitexniko-skaki.blogspot.com.

Sorpresa al campionato bielorusso con il 16enne Maxim Tsaruk che ha superato i big come Fedorov, Nikitenko, Alexandrov e finendo primo da solo con 8 punti in 11 partite (2560 quote, 60,8 punti ELO!).

Jobava dalla Georgia ha ripetuto il successo dell’anno scorso e ha conquistato il primo posto tra 230 giocatori nel blitz online francese di Capel la Grande.

Nikolas Theodorou ha partecipato al Gran Torneo della Metropolitana a New York ed è terzo con 5 punti in 9 partite. Nikoloz Managatze della Georgia ha gareggiato notoriamente nei metri internazionali indoor dello stesso evento, segnando anche 5 a 9.

Konstantinos Tsakonas ha gareggiato a Monaco ed è diventato il campione nella categoria under 14, su 25 bambini (imbattuto con 4 vittorie e 1 pareggio).

Nel Blitz giovanile paneuropeo under 10, Stavros Marinidis è arrivato 12° su 53 giocatori provenienti da 16 paesi con 11 punti in 18 partite.

Appuntamento all’ESSNA, previo ritardo, sabato 19/2 alle ore 11:00. I candidati per i nuovi undici membri del Consiglio di amministrazione sono Nikos Seretakis e Anastasis Tzoumbas.

[email protected]

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.