Serenata estiva a Boltenhagen: acrobazie, arte e clown

Gli spettatori trattengono il respiro per l’eccitazione, gli ospiti in lacrime. La decima serenata estiva a Boltenhagen offre il meglio dell’intrattenimento alla decima edizione del festival del cabaret.

Boltenhagen. Sibilo, la nonna si regala champagne. Elke Schwudke, Ingrid Nieschulze e le loro nipoti Tessa e Stella si sono accomodate nei giardini termali di Boltenhagen. Hai uno dei posti migliori a un tavolino con due sgabelli, con una splendida vista sul palco. Quello che ti aspetta stasera è insolito. La 10a Serenata estiva a Boltenhagen è fiorita davanti a loro, dietro di loro e insieme a loro. Piccola arte ai massimi livelli. “C’è molta varietà in ciò che ci viene offerto qui. Non possiamo gestire tutto”, ha detto Elke Schwudke. Ecco perché le nonne si siedono lì con le nipoti e vedono cosa succede intorno a loro. Devi ridere all’inizio. Dino Lampa, il clown italiano, ha entusiasmato il pubblico. Con il suo arguzia, incantesimi e tutti i tipi di trucchi.

Più di una dozzina di artisti da tutto il mondo sono venuti per trasformare il Boltenhagen Kurpark in un circo. Accanto al palco c’era un’impalcatura alta più di cinque metri. Sopra: due artisti che si muovono con grande disinvoltura e disinvoltura ad altezze vertiginose. Il circo unARTiq ha ispirato il pubblico, che ha inclinato la testa all’indietro durante lo spettacolo. Ogni tanto c’è il generale “ohhhhh…”. Anche alcune grida acute di donne eccitate. Ma non è successo niente tranne uno spettacolo incredibile. Capriola su un’altalena alta più di otto metri.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.