Serie A: Considerazioni sul divieto di giocatori non vaccinati – Calcio – Italia

I dirigenti della Serie A stanno valutando la repressione. A testimonianza della devastazione dei casi che esistono in tutto il pianeta, dei continui ritardi e del fatto che sempre più persone si ammalano, si pensa di intraprendere un’azione drastica.

In particolare, è molto probabile che le decisioni vengano prese solo i giocatori vaccinati possono giocare in campionato, mentre lo staff ovviamente è composto da persone che hanno assunto almeno due dosi del vaccino.

Lo scopo è limitare il più possibile la diffusione dei casi e per non far ammalare i membri del reparto calcio, sia per motivi di salute ma anche perché ci saranno dei ritardi di gioco.

Certo, sarà anche una misura di pressione sui non vaccinati, una percentuale minuscola dell’ordine del 3% in Serie A che non ha completato o non ha preso una sola dose di vaccino.

Di recente vi abbiamo ricordato che la partita tra Udinese e Salernitana è stata annullata a causa di un incidente con gli ospiti.

Segui bwinSPORT FM 94.6 su Google News sii il primo a conoscere le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.