Skrekas: scenario alternativo se la Russia ferma le esportazioni di gas

“Stiamo sperimentando prezzi dell’energia esplosivi”, ha affermato il ministro dell’Ambiente e dell’Energia. Costa Skrekas e spiegare che il nostro Paese ha adottato tutte le misure necessarie per affrontare se Russia interrompere l’esportazione gas naturale.

Secondo lui, “Il 25 di ogni mese, scade il termine dato alle compagnie energetiche europee per rispondere al nuovo schema di pagamento che la Russia vuole, il 20 aprile pagheremo normalmente e poi ci sarà una risposta europea sul perché il problema è paneuropeo“, ha detto il signor Skrekas parlando ad ANT1.

Ha aggiunto che “abbiamo preso provvedimenti per sostituire, per quanto possibile, le riserve di energia”.

Ha anche detto che “lo abbiamo chiesto DESFA fare subito un nuovo serbatoio di gas galleggiante, accanto a quello in urlo e stiamo studiando la possibilità di stoccare scorte strategiche in magazzini sotterranei in Italia”, chiarendo che “possiamo importare via nave da altri paesi”.

Infine, ha affermato che è stato preparato un piano annuale di esercizio della miniera PPC, mentre esiste anche la possibilità di modificare il funzionamento di 4 unità PPC grandi e 1 piccola, ovvero 4,5 unità, in modo che al momento non utilizzino gas naturale. , operano a petrolio”.

Sovvenzione carburante – gov.gr: come verrà pagata ai beneficiari e quanto durerà

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.