Superstizione: “Scena da film dell’orrore”: Nove ore di esorcismo in Italia di seguito

Si potrebbe davvero pensare che l’esorcismo sia storia oggi. Perché il caso di una giovane donna a Vicenza, nel nord Italia, sta facendo notizia.

Si narra che vi furono due avvistamenti della Madonna nel 1426 e nel 1428 a Monte Berico presso Vicenza. Vicenza è una piccola città tra Verona e Venezia. I fedeli costruirono per la Madonna una basilica, che ancora oggi riceve numerosi pellegrini. In effetti, “un luogo in cui il male dovrebbe essere evitato”, come dice il giornale online Vicenza oggi tenuto duro. La scorsa settimana, tuttavia, è successo qualcosa di senza precedenti che ha fatto notizia ben oltre i confini della città. Un esorcismo di nove ore è stato eseguito su una giovane donna in un luogo di pellegrinaggio.

500.000 esorcismi all’anno in Italia

Si potrebbe pensare che l’esorcismo sia storia oggi. Ma la necessità di esorcisti nei paesi dell’Europa meridionale piace Italia, ma anche in Polonia, è stato leggermente aumentato. Ogni anno in Italia verranno eseguiti circa 500.000 esorcismi e ogni diocesi italiana ha almeno un sacerdote nominato esorcista dal vescovo. Data la domanda, c’è spesso più di un esorcista per diocesi; attualmente sono quattro a Vicenza. Il Vaticano, che prevede che la “situazione psicologica e psichiatrica” ​​delle persone colpite debba essere valutata attentamente, sostiene la pratica. Da 15 anni la Pontificia Università Regina Apostolorum di Roma conduce corsi di formazione di più giorni per esorcisti. 137 i partecipanti iscritti all’ultima edizione, più che mai. I corsi all’università promettono “risposte concrete, approfondite e professionali ad argomenti di attualità”.

A Vicenza la teoria si concretizzò. Il capo esorcista Giuseppe Berardi si trova di fronte a un presunto caso molto grave. Una donna di 28 anni della zona è venuta a Monte Berico con la sua famiglia. Dopo essere entrata nel confessionale, la donna ha iniziato a urlare come una matta e a diffondere oscenità. Apparentemente mirava soprattutto alla confessione. quello Corriere Veneto ha riferito che la donna ha urlato in più lingue, incluso il latino. Ha “attaccato tutti coloro che si avvicinavano a lui” e ha persino schiaffeggiato sua madre. Per i monaci dell’ordine “Slave Mary”, che gestiscono il santuario, la diagnosi è chiara: l’uomo di 28 anni è posseduto da un demone.

Rossato prima: “Tanti credenti sono terrorizzati”

Una parte del luogo di pellegrinaggio è stata addirittura chiusa a causa dell’incidente. “Molti credenti sono terrorizzati”, ha detto il priore Carlo Maria Rossato. Diversi fedeli hanno assistito all’incidente. Altri hanno chiamato la polizia e un’ambulanza. Quando è arrivata la polizia, gli agenti hanno trovato la donna che parlava tranquillamente con un prete, quindi la pattuglia è ripartita. “La madre è stata l’unica a rendersi conto che sua figlia era sotto l’influenza del male”, ha detto il priore.

Quello che seguì fu l’esorcismo più a lungo ricordato a Vicenza negli ultimi tempi. Dalle 11:00 alle 20:00 per nove ore. Quattro sacerdoti sono andati dal capo esorcista Berardi e si dice che abbiano arrestato l’uomo di 28 anni. “Di solito dopo qualche Ave Maria il male se ne va. Ma in alcuni casi si attacca alle persone”, riferisce Prior Rossato. Alla fine tutti erano completamente esausti. La donna, che è stata poi portata in una struttura di cura dal fratello, è svenuta. Vicenza oggi ha scritto di “scene come da un film dell’orrore”. La Procura di Vicenza avrebbe avviato un’indagine.

Leggi anche quello

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.