Telefoni Apple e Android infettati da malware

Gli strumenti di hacking di un’azienda italiana sono stati utilizzati per spiare smartphone iOS e Android in Italia e Kazakistan, come riportato da Google.

Laboratorio RCSLa società milanese, il cui sito web afferma che le forze dell’ordine europee sono sue clienti, sta sviluppando strumenti per spiare messaggi privati ​​e contatti dai dispositivi target.

Le autorità di regolamentazione europee e statunitensi stanno valutando la possibilità di nuove regole sulla vendita e l’importazione di “spyware”. Questo rapporto si unisce al famoso caso di spyware Pegasus dell’azienda Gruppo NSO.

spyware in vendita

“Questi fornitori consentono la proliferazione di strumenti di hacking dannosi e armano i governi che non possono sviluppare queste capacità internamente”, ha affermato Google.

Il governo coinvolto nel rapporto non ha ancora rilasciato una dichiarazione ufficiale. Un portavoce di Apple ha affermato che la società ha revocato tutti gli account e i certificati associati a questa campagna di hacking.

Laboratorio RCS Dice che i suoi prodotti e servizi sono conformi agli standard europei e aiutano le forze dell’ordine a indagare sui crimini.

“Il personale di RCS Lab non è stato esposto o coinvolto in nessuna delle attività in cui era coinvolto il cliente”, ha affermato Reuters.

Consigliamo METADATA, il podcast della tecnologia RPP. Notizie, analisi, recensioni, consigli e tutto quello che c’è da sapere sul mondo della tecnologia. Per ascoltarlo meglio, #StayHome.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.