tra le nuvole, Leo Messi segna il quintuplo contro l’Estonia – Foot11.com

In un’amichevole contro l’Estonia a Pamplona, ​​Leo Messi ha segnato un quintuplo nella vittoria a cinque zero dell’Argentina. È diventato il terzo capocannoniere della storia nazionale. Ancora

Messi si diverte con l’Argentina

È solo estone, ma niente di veramente banale. Soprattutto quando si parla di sette volte Pallone d’oro. Leo Messi ha ancora stupito il suo mondo questa domenica sera nel cortile di El Sadar, a Pamplona. In un’amichevole contro l’Estonia, l’attaccante del Paris Saint-Germain ha segnato cinque gol in quella partita.

Un rigore per l’inizio della partita, ha poi sfruttato il buon lavoro di De Paul e il caviale di Papu Gomez per raddoppiare il vantaggio. In superficie ha poi ripreso un cross di Molina, prima di prendere in giro la difesa estone, portiere compreso, con un gancio devastante prima di concludere. Quattro e infine cinque per coronare una serata superba per Leo Messi, sfruttando la palla che il portiere ha respinto ai suoi piedi prima di concludere.

Seguì Puskas e Dahari

Tutti sorridono come raramente vediamo in questa stagione, Leo Messi che si diverte con l’Argentina. Vincendo la Finalissima contro l’Italia qualche giorno prima, si è preparato al meglio per il “suo” evento più importante, il Mondiale in Qatar. E almeno possiamo dire che Scaloneta (il nome dato alla squadra di Lionel Scaloni, ndr) avanzato senza ostacoli, è quello che resta su una serie di 33 incontri senza una sola perdita.

Leo Messi, in maglia argentina. icona dello sport

Ma è anche un bravissimo Messi che sta finendo la sua stagione. Con questo quintuplo, l’argentino è diventato il terzo capocannoniere della storia, tutte le opzioni combinate, con 86 gol. Ora è davanti a Ferenc Puskas (84 gol) e Mokhtar Dahari (85 gol). Ora solo Ali Daei (109 gol) e Cristiano Ronaldo (117 gol) sono davanti a lui in classifica. Il portoghese, doppietta contro la Svizzera in Nations League, sembra ormai troppo lontano per Leo Messi. Ma Pulga ha trovato il suo miglior livello, pochi mesi prima del Mondiale in Qatar, e non ha deluso tutti gli argentini.

La squadra a cui è correlato questo articolo: Argentina

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.