Ucraina, le ultime notizie dalla notte della guerra con la Russia – Politica estera

Dal 24 febbraio, l’Ucraina si difende dall’invasione russa. Le novità più importanti delle ultime ore:

Continuano le riprese a Kiev

Nella capitale ucraina, Kiev, a volte si verificano violente sparatorie di notte. Inizialmente, non c’era alcun segno di un possibile cessate il fuoco, riferisce il giornalista della BILD Paul Ronzheimer, che è lì da settimane.

Anche il giornalista di “Welt” Steffen Schwarzkopf ha riferito di una “notte inquieta” nella capitale. Ci sono stati diversi allarmi aerei, che hanno messo in dubbio l’annuncio della Russia del giorno precedente.

Martedì c’è stato un riavvicinamento tra le due parti durante i negoziati a Istanbul: Mosca ha dichiarato di voler ridurre “radicalmente” le sue attività militari nella regione di Kiev e vicino a Chernihiv, nel nord, in segno di accomodamento.

Luhansk riferisce di sparatorie in aree residenziali

Il governatore della regione di Luhansk, nell’Ucraina orientale, ha riferito di bombardamenti di artiglieria pesante in una zona residenziale della città di Lysychansk. “Diversi grattacieli sono stati danneggiati”, ha scritto Serhiy Gaidai su Telegram. Stiamo confermando le informazioni sulla vittima. “Molti edifici sono crollati. I soccorritori stanno cercando di salvare coloro che sono ancora vivi”.

Zelenskyj: “Non sono persone ingenue”

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy ha espresso riserve sull’annuncio della Russia che ridurrà in parte l’attività militare. “Gli ucraini non sono persone ingenue”, ha detto Zelenskyj martedì sera. “L’Ucraina ha imparato durante i 34 giorni dell’invasione e gli ultimi otto anni di guerra nel Donbass che può solo credere a risultati tangibili”.

Ambasciatore ucraino Melnyk: “manovra ingannevole”

L’ambasciatore dell’Ucraina a Berlino, Andriy Melnyk, ha respinto l’annuncio della Russia che ridurrà drasticamente le sue operazioni militari intorno alle città di Kiev e Chernihiv definendolo una “manovra ingannevole”. “Riteniamo che questa retorica ‘pacifica’ di Mosca non sia altro che un bluff e una cortina fumogena per distrarre dall’imbarazzo militare del Cremlino in Ucraina”, ha detto Melnyk al giornale del gruppo mediatico Funke.

“D’altra parte, Putin oggi si preoccupa anche di fuorviare l’Occidente, compresa la Germania”, ha detto. Si tratta di fingere di volere la pace e ingannare l’Occidente facendogli credere che l’Ucraina può sostenersi senza supporto. “La Russia utilizzerà questo tempo per raggruppare le sue truppe, inviare nuovi coscritti e garantire rifornimenti logistici”.

I colloqui di Istanbul, originariamente previsti per mercoledì, sono terminati. Secondo le informazioni russe, i colloqui continueranno tramite un collegamento video.

Continua la pressione delle sanzioni sulla Russia

Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Stati Uniti hanno annunciato l’intenzione di mantenere la pressione delle sanzioni sulla Russia. Dopo le telefonate con il cancelliere Olaf Scholz (SPD), il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro britannico Boris Johnson e il primo ministro italiano Mario Draghi, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato dell’annuncio della Russia: “Vedremo se lo realizzeranno”.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti è molto scettico. Il portavoce del Pentagono John Kirby ha detto che solo un “piccolo numero” di truppe russe sembrava aver lasciato Kiev finora. Questa non è una “ritirata” ma un “riposizionamento” delle truppe. Tuttavia, la convergenza delle negoziazioni ha causato un aumento significativo del prezzo di borsa.

La lotta continua

Intanto continuano i combattimenti in Ucraina. Secondo fonti ucraine, dodici persone sono rimaste uccise e altre 33 ferite in un attacco russo al governo locale nella città di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina.

Secondo il capo della diplomazia dell’UE Josep Borrell, i rappresentanti della missione consultiva dell’UE in Ucraina sono stati attaccati dalla Russia. Sono state ricevute informazioni credibili sul fatto che l’ubicazione della filiale di Mariupol della missione consultiva dell’UE in Ucraina è stata recentemente presa di mira dalla Russia, secondo una dichiarazione alla fine di martedì. L’ufficio e le attrezzature sono stati gravemente danneggiati. Secondo quanto riferito, i membri della missione sarebbero rimasti illesi.

Operazione di evacuazione a Mariupol fallita

La Francia ha fallito con la sua iniziativa per una campagna di evacuazione dal porto ucraino di Mariupol, che era stato contestato per settimane. Questo è attualmente impossibile, ha detto Paris dopo una conversazione tra il presidente Macron e Putin. Il presidente russo ha invece chiesto la resa delle truppe ucraine a Mariupol.



Foto: BILD

I giornalisti di BILD hanno anche riferito LIVE in TV oggi sugli ultimi sviluppi.
Tutti gli articoli sulla guerra in Ucraina possono essere trovati
qui.

“Guerra di Putin” – Gli utenti dell’app possono iscriversi alla nuova newsletter qui!

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.