Ucraina: l’Italia vuole ospitare i profughi nelle ville mafiose

Le autorità italiane stanno compilando un elenco di proprietà sequestrate dalla mafia per ospitare i rifugiati ucraini in arrivo, ha affermato il ministro dell’Interno italiano Luciana Lamorgese, secondo l’AFP.

Secondo il ministro delle Finanze, l’ente preposto ai beni confiscati dalla mafia ha iniziato a indagare di chi si tratta gli immobili saranno adatti per l’alloggio a breve termine o temporaneo di rifugiati dall’Ucraina.

Finora, dall’inizio dell’invasione russa, sono arrivati ​​in Italia 17.286 ucraini, per lo più donne e bambini, ha detto il ministero dell’Interno. Mentre la maggior parte di questi rifugiati si è rifugiata presso parenti e amici, molti altri si sono occupati di iniziative private e pubbliche.

“Quella era la nostra unica preoccupazione in quel momento. Centinaia di migliaia di rifugiati sono arrivati ​​e dovevamo essere a terra”. Lo ha detto lunedì il presidente del Pd Enrico Letta. “Dobbiamo anche prepararci all’accoglienza dei russi che sono fuggiti dalla Russia, che stanno cambiando sempre di più nelle carceri”, ha aggiunto.


Il video cattura il presunto attacco con munizioni a grappolo a Kharkov. Ciò è vietato dalle Convenzioni di Ginevra.


Consigliere del capo dell’ufficio presidenziale, Volodymyr Zelensk, Mychajlo Podoljak ha pubblicato un video della voce russa, che è stato condotto a Mariupol.


Alcune persone scappano dalla battaglia cittadina trova alloggio a Odessa.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.