Un’altra vergogna per la Slovacchia! La nazionale ha perso di nuovo, questa volta contro l’Azerbaigian

Venerdì mattina presto ha presentato un’importante partita rappresentativa nelle qualificazioni alla Coppa dei Campioni Under 21. I cuccioli di leone giocano insieme sul suolo islandese nella prima delle due partite. Come hai fatto

A giugno si è conclusa la fase a gironi di qualificazione a Euro Under 21 ei giovani della Repubblica Ceca hanno concluso al secondo posto nel proprio girone, dietro alla prima Inghilterra. Hanno lasciato Slovenia, Kosovo, Albania e Andorra.

Hanno dovuto superare i playoff per arrivare al torneo. In quello trovarono l’Islanda. Non è stato affatto facile nel suo gruppo, ma alla fine ha lottato e ha preso il secondo posto. Tuttavia, i cuccioli di leone sono i preferiti per i doppi. Inoltre, l’Islanda non è entrata nel primo duello con la formazione più forte possibile.

Il primo tempo non ha regalato il divertimento del calcio, ma sono stati segnati due gol

Tuttavia, non è stato visto nella partita. Alla fine del quinto minuto, Kryštof Daněk ha una buona occasione su passaggio di Václav Sejko, ma sfiora il gol e per molto tempo è stata l’unica occasione non solo per gli uomini di Jan Suchopárek, ma per l’intero duello.

Il momento clou del primo tempo è arrivato al 25′. La palla è stata parata da David Jurásek, che è stato sfiorato dall’attaccante islandese, che, dopo aver recuperato palla, ha tirato in area, dove ha finito per colpire la mano di Jurásek lontano dal suo corpo.

Ciò significa un calcio di rigore. Ha rilevato la Saevar Atli Magnusson e l’ha cambiata con una panoramica. Ha così mandato l’Islanda in vantaggio di 1:0. Inoltre, ha suscitato speranze che forse un calcio più attraente possa entrare in gioco. E fortunatamente è successo davvero.

La squadra ceca ha intensificato i propri sforzi costringendo così l’Islanda a giocare a un ritmo leggermente più alto. E il maggiore sforzo è stato ripagato al 33′. Dopo una combinazione perfetta, Matěj Valenta ha mandato la palla nella porta dell’Islanda.

Altre opportunità sono state ostacolate da inutili imprecisioni da entrambe le parti. Tuttavia, poco prima della fine dei primi 45 minuti, gli uomini di Suchopárek avrebbero potuto passare in vantaggio. Tuttavia, dopo un segnale interessante, Sejk non ha sfruttato la grande occasione.

Secondo round

Sfortunatamente, è stato impossibile continuare a costruire verso la fine del primo tempo nel secondo tempo. Tuttavia, l’intensità sta gradualmente aumentando, il che avvantaggia solo la partita. Ma come è successo nei primi 45 minuti, anche qui ci sono molte imprecisioni.

Tuttavia, ciò che può piacere al pubblico ceco è il fatto che i cuccioli di leone stanno lentamente iniziando a superare le prestazioni dei nordici. Che si tratti di possesso o di cercare di creare occasioni. E al 70′ il vantaggio si è finalmente trasformato in gol.

Il passaggio di Gabriel in area è passato inosservato a Daniel Fila, ma Lukáš erv ha iniziato un altro attacco veloce con la sua attività, e Sejk è stato in grado di fare quello che non poteva dopo il cross di Gabriel di Fila, che ha mandato in rete la palla di testa e fatto 2 :1.

Dopo aver subito un gol, l’Islanda ha aumentato il ritmo. Cominciarono ad attaccare di più e ad avanzare, ma senza successo. La difesa della Repubblica Ceca ha agito in modo affidabile e sicuro. E se no, le imprecisioni dell’Islanda lo salvano.

Solo a fine partita il lato nord ha avuto una grande possibilità di pareggiare, ma fortunatamente per i cuccioli di leone, il tiro di Magnusson non è penetrato nel muro del corpo solido.

La Repubblica Ceca ha così ottenuto un risultato promettente per la rivincita. Si svolgerà martedì a eské Budějovice.

Assemblaggio:

Islanda:

Valdimarsson – Thornalsson, Fridriksson (65. Omarsson), Olafsson, Thorkelsson, Barkarson (87. Ulfarsson) – Thordason (79. Andrason), Baldursson, Magnusson – Thorvaldsson (65. Bjarkason), Willumsson (88. Oskarsson)

Ceco:

Kovář – Gabriel, Vitík, Hranáč, D. Jurásek – ambůrek, erv – Daněk (75. Souček), Valenta (81. Kaloč), Sejk (90+4. Knapík) – Fila (81. M. Jurásek)

Fonte: Uefa

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.