Vince Bagnaia, Espargaró brilla in modo spettacolare, Quartararo cade due volte su PortalAutomotriz.com

Vittorie nette per Bagnaia, dal primo all’ultimo round, davanti al connazionale Marco Bezzecchi (Ducati Desmosedici GP22) e allo spagnolo Maverick Vinales (Aprilia RS-GP), che ha conquistato il primo podio con la casa di Noale, davanti solo ad Aleix Espargaró, che ha dovuto uscire di pista nella prima caduta di Quartararo per salvare la sua caduta “magica”, è tornato in pista quindicesima e si è classificato quarto.

Fabio Quartararo va in vacanza da leader mondiale ma ha solo 21 punti di vantaggio su Aleix Espargaró invece dei 34 guadagnati al TT Assen.

Sapendo che la partenza può essere uno dei momenti più importanti della gara, “Pecco” Bagnaia non ha fallito e ha diretto la curva in fondo al rettilineo in prima posizione, punto in cui Fabio Quartararo ha commesso il primo errore ed è andato in prima posizione . ha perso due posizioni contro gli spagnoli Aleix Espargaró (Aprilia RS-GP) e Jorge Martín (Ducati Desmosedici GP22).

Ma Quartararo non voleva perdere terreno e prima di completare il primo giro aveva superato sia Espargaró che Martín, ma anche il pilota Aprilia non voleva mollare un metro, sapendo che qualsiasi risultato non gli avrebbe permesso di chiudere. il distacco con il francese non è stato un bel risultato, lo ha attaccato per superarlo nuovamente.

Nei giri veloci di Bagnaia e del secondo giro di Espargaro, il gruppo si è allungato molto con tutti i favoriti in pole position e ha praticamente tracciato un rettilineo quasi perfetto tra tutti loro, con Fabio Quartararo che ha realizzato il terzo giro più veloce della gara al terzo giro.

La sorpresa è arrivata al quinto giro, alla curva cinque, dove Quartararo è caduto trascinando Aleix Espargaró, che è riuscito a evitare una collisione ea rientrare in pista, pur perdendo molte posizioni, quindicesimo, mentre in quel caso ha perso anche de Quartararo. capace di rientrare in gara ma in ultima posizione e lontano dalla testa della corsa.

Quartararo ha continuato a correre, ma è entrato nella sua officina con l’intenzione di ritirarsi, ma il team manager gli ha detto di tornare in pista se avesse iniziato a piovere e, guarda caso, la scena della gara è cambiata e ha potuto scegliere di segnare. più punti.

La Direzione Gara ha immediatamente annunciato che l’incidente sarebbe stato indagato dopo la fine della gara, il che potrebbe portare a una sorta di sanzione per il pilota francese, il principale colpevole dell’incidente in quel momento troppo duro.

Davanti Bagnaia è un po’ più “rilassato”, anche se da dietro si avvicinano i piloti italiani Marco Bezzecchi (Ducati Desmosedici GP22) e Jorge Martín (Ducati Desmosedici GP22), oltre al sudafricano Brad Binder (KTM RC 16) e allo spagnolo Maverick Vinales (Aprilia RS-GP), poco più indietro.

In pochi giri Aleix Espargaró ha recuperato due posizioni, seguendo prima il connazionale Alex Márquez (Honda RC 213 V) e poi Alex Rins (Suzuki GSX RR).

All’undicesimo giro Aleix Espargaró ha avuto la sua Aprilia RS-GP davanti a Fabio di Giannantonio (Ducati Desmosedici GP21) ed Enea Bastianini (Ducati Desmosedici GP21) segnato come prossimo obiettivo, con il giro più veloce della gara compreso nel dodicesimo giro.

Altro postumi di Fabio Quartararo, rientrato in pista cadendo nuovamente alla curva cinque e la moto lo ha scaraventato in aria, questa volta senza possibilità di proseguire, nonostante il francese sia riuscito a lasciare la pista con le proprie gambe. .

A tredici giri dalla fine, al tredicesimo giro, Aleix Espargaró era già all’undicesimo posto dopo aver sorpassato Bastianini. I prossimi obiettivi sono stati Joan Mir (Suzuki GSX RR) e Johann Zarco (Ducati Desmosedici GP22), un secondo e mezzo davanti a lui, ma il pilota Aprilia è stato di gran lunga il pilota più veloce in pista.

Una penalità sul giro lungo per il giapponese Takaaki Nakagami (Honda RC 213 V) ha permesso ad Aleix Espargaró di ottenere un posto in più ed essere praticamente dietro a Mir e Zarco, che ha preso al sedicesimo giro e praticamente uno dopo l’altro. Una rimonta davvero spettacolare. Aleix Espargaró è già all’ottavo posto.

Altro effetto hit, un giro dopo i commissari di pista hanno iniziato a sventolare bandiere bianche a causa della timida pioggia, ma questo ha permesso a tutti i piloti di entrare in officina per cambiare moto e utilizzare la configurazione da bagnato.

Davanti ad Aleix Espargaró, Bagnaia Italia resta il leader della società, davanti a Bezzecchi e con Maverick Vinales sul podio, dopo aver battuto Jorge Martín.

Al diciottesimo giro, Espargaró ha superato Miguel Oliveira nella variante dall’inizio alla fine per prendere il settimo posto, con il suo prossimo obiettivo, Jorge Martín, a più di 3,5 secondi di ritardo. È stato difficile ma non impossibile fino alla fine per i piloti Aprilia Racing.

A un ritmo solo paragonabile a quello del leader della corsa, sottraendo più di mezzo secondo al giro ai piloti che lo precedevano, Aleix Espargaró è riuscito a raggiungere Jorge Martín a due giri dalla fine, anche se il sorpasso era già attivo il modo. “farina da altre spese”.

Ancora una volta la variante dall’inizio alla fine è stata il punto scelto da Aleix Espargaró per superare Jorge Martín e dove Maverick Vinales ha insegnato una lezione all’australiano Jack Miller, che è scivolato dentro e ha perso l’occasione di lottare per il podio, il primo della Spagna con l’Aprilia .

Aleix Espargaró non si è arreso all’ultimo giro e dopo aver sorpassato Martín ha messo gli occhi su Jack Miller, che ha catturato a tre curve dalla fine e in un colpo solo non ha stabilito il record dell’australiano ma ha anche battuto il sudafricano Binder” senza sosta.” ” ha superato nella variante d’ingresso al traguardo per raggiungere uno spettacolare quarto posto alle spalle di Bagnaia, Bezzecchi e del compagno di squadra Vinales.

Jorge Martín è settimo, con Joan Mir (Suzuki GSX RR) all’ottavo, il compagno di squadra Alex Rins, decimo, e Alex Márquez al quindicesimo.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.