Analista italiano: il dominio della Russia nel Mar Nero settentrionale è un mezzo disastro per la Turchia

Secondo un analista italiano, la possibilità che la Russia vinca sulla costa settentrionale del Mar Nero dopo la fine della guerra con l’Ucraina sarebbe un mezzo disastro per la Turchia.

La Turchia ha voce in capitolo nella regione

“C’è la possibilità che la Russia domini la costa settentrionale del Mar Nero e vi espanda la sua sovranità. “Il Mar Nero è una regione in cui, anche in parte, la Turchia ha voce in capitolo”, ha detto l’analista italiano Daniele Santoro durante una trasmissione su televisione italiana.

“A parte il Caucaso, questa è la principale area di conflitto e conflitto per quattro secoli tra Turchia e Russia”.

“Se la Russia chiude l’accesso al mare per l’Ucraina e riesce a dominare la costa settentrionale del Mar Nero, sarà sicuramente un mezzo disastro per la Turchia”, ha detto.

L’analista italiano ha spiegato che “il conflitto in Ucraina è qualcosa che può avere conseguenze che colpiscono direttamente gli interessi nazionali e la sicurezza della Turchia”. Non dimenticare che la Turchia ha sviluppato negli ultimi anni relazioni molto profonde con l’Ucraina, mentre vale la pena ricordare che l’equipaggio turco di terza generazione dei droni che utilizza motori di fabbricazione ucraina”.

“Profonda preoccupazione”

Infatti, la Turchia è l’unico Paese Nato che non ha imposto sanzioni alla Russia e ha lasciato il suo spazio aereo aperto alla Russia, ha affermato Daniele Santoro.

L’atteggiamento equilibrato che la Turchia continua a mantenere le ha permesso di mantenere la fiducia dell’Ucraina. Allo stesso tempo, mantiene i contatti con il Cremlino, di cui beneficiano gli Stati Uniti e diversi paesi europei, ha affermato.

Ha sottolineato, tuttavia, che ad Ankara ci sono certamente profonde preoccupazioni. Perché è chiaro che se il Mar Nero diventa un lago russo aumenterà la pressione russa nello stretto. Sul Mar Nero, l’unica via d’uscita per la Russia era attraverso lo stretto di Costantinopoli e Canakkale.

La Turchia ha deciso di chiudere lo stretto a tutte le navi da guerra, comprese quelle russe. È chiaro che, come avvenne durante la Guerra Fredda, la Russia diventerà una potenza sovrana nel Mar Nero. Il conflitto tra Turchia e Russia che dura da almeno quattro secoli nello stretto si intensificherà rapidamente, concludono gli analisti italiani.

L’analisi di Daniele Santoro alla televisione italiana ha fatto scalpore in Turchia ed è stata postata sui social (sotto) con sottotitoli in turco, tradotti da tourkikanea.gr.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.