Deposto il presidente Cabore “in buona salute”

Il deposto presidente del Burkina Faso, Mark Marc Christian Cabore, è “in buona salute”, secondo fonti del suo partito, che hanno descritto le condizioni che lo hanno costretto a dimettersi.

“Il presidente Cabore gode di buona salute, ma non posso dire nulla sul suo stato mentale”, ha detto oggi una fonte del People’s Movement for Progress (MPP).

Le fonti hanno precisato che il deposto presidente del Burkina Faso “è ancora nelle mani dell’esercito, non nei campi, ma a casa del presidente, agli arresti domiciliari”, mentre “ha accesso al suo cellulare sotto l’occhio vigile del suo guardie del corpo, ovviamente”.

“Ha redatto la sua lettera di dimissioni, che è stata trasmessa dalla televisione di stato, ma non so in quali circostanze l’abbia scritta”, ha detto la fonte.

Ha poi spiegato i fatti prima di scrivere questa lettera.

“Non è stato arrestato nelle prime ore” dopo che l’esercito si è alzato: “la sua residenza privata era piena di ribelli, le sue guardie personali hanno dovuto caricarlo su veicoli civili per portarlo in salvo”, ha detto la fonte.

“Poi, sotto la pressione dei ribelli, le sue guardie del corpo – per lo più poliziotti – sono state costrette a lasciarlo e ad unirsi ai ribelli”, ha spiegato.

“La gendarmeria ha potuto unirsi ai ribelli solo perché l’intero esercito ha convenuto che il presidente dovrebbe essere rimosso dall’incarico”.

Poco prima dell’annuncio del colpo di stato e mentre il destino di Cabore rimaneva sconosciuto, lunedì, due giorni dopo le dimissioni dell’esercito, l’MPP ha denunciato in una dichiarazione un “tentativo di omicidio fallito” contro il presidente.

Fonte: AMPE

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.