Il livello del fiume Po in Italia è il più basso degli ultimi 70 anni. Alcune aree chiedono lo stato di emergenza dichiarato per siccità | iRADIO

Il Nord Italia sta lottando con una siccità sempre più profonda. In alcune zone non piove da quattro mesi e la portata del fiume Po è la più bassa degli ultimi 70 anni. Diverse regioni del nord Italia hanno chiesto al governo di Roma di dichiarare lo stato di emergenza a causa della siccità.




Roma

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Chiudere




Anche il Nord Italia è alle prese con la siccità. Nel torinese, ad esempio, il fiume Sangone | Foto: Mauro Ujetto | Fonte: Reuters/NURPHOTO

In Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna la siccità prolungata minaccia le colture di cereali e ortaggi.

“La California sta morendo.” L’Occidente degli Stati Uniti si sta preparando per un’ondata di caldo estremo e sta anche lottando con la carenza d’acqua

Leggi gli articoli


I serbatoi d’acqua sono vuoti in molti luoghi e l’acqua deve essere trasportata su un’autocisterna. Diversi comuni e comuni hanno annunciato il divieto di utilizzo dell’acqua delle reti pubbliche per scopi non vitali.

Secondo il direttore dell’azienda idrica della provincia di Novara tra i fiumi Ticino e Sesia, Daniel Barbone, statisticamente la peggiore siccità mai vissuta nella zona. Ancora più grande della grande siccità del 2003.

Il ministro dell’Agricoltura italiano Stefano Patuanelli ha dichiarato all’Ansa che è inevitabile dichiarare lo stato di emergenza nelle zone colpite.

Pavel Novak

Condividi su Facebook




Condividi su Twitter


Condividi su LinkedIn


Stampa



Copia l’indirizzo URL




Indirizzo abbreviato





Chiudere




Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.