Incendi boschivi in ​​Italia: il video mostra bruciare

Centinaia di persone sulla costa adriatica italiana hanno dovuto essere evacuate a causa di diversi incendi. L’incendiario è stato condannato in altre parti del paese – ora ci sono sospetti simili anche qui.

Dopo che centinaia di persone sono state evacuate a Campomarino Lido, sulla costa adriatica italiana, le autorità stanno indagando sull’incendio doloso. Ci sono forti sospetti che si tratti di un’azione premeditata, ha detto lunedì all’agenzia Ansa il presidente del piccolo palo molisano Donato Toma. C’erano troppe esplosioni di fuoco per pensare a qualcosa di artificiale. Gli incendi avevano divorato la vegetazione nella città adriatica domenica, minacciando case, hotel e campeggi.

Secondo l’agenzia di stampa Reuters, i Carabinieri hanno arrestato un piromane nei pressi della comunità italiana di Montesarchio, che dista circa 50 chilometri da Napoli. Nel video sopra o qui Puoi vederlo accendere un fuoco in rapida crescita con l’aiuto dei fiammiferi.

E anche in Sicilia, secondo l’agenzia Adnkronos, la polizia ha arrestato sul fatto un piromane. Gli agenti hanno arrestato l’uomo a Cammarata, paese dell’entroterra siciliano.

L’ondata di caldo è vicina

Prima che nei prossimi giorni un’ondata di caldo si avvicini ai 45 gradi centigradi sulle isole maggiori, la protezione civile italiana avverte i residenti degli incendi. “Se vedi un incendio, chiama immediatamente i vigili del fuoco”, ha detto lunedì un ufficiale della protezione civile in un video di YouTube. In nessun caso si dovrebbe cercare di spegnere un incendio, ma fuggire.

Spegnere il fuoco è molto pericoloso. Le autorità hanno anche avvertito di non gettare via i mozziconi di sigaretta, poiché potrebbero facilmente appiccare incendi a causa della siccità.

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.