“La Germania e la Francia sono strumenti di propaganda greca”


Primo ingresso: sabato 6 agosto 2022, 16:03

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdoğan, si è scagliato contro Germania e Francia in occasione del discorso del ministro degli Esteri tedesco, Analena Berbock, che ha recentemente visitato Atene e Ankara.

Erdogan, in una dichiarazione a seguito dell’incontro con il presidente russo Vladimir Putin a Sochi, quando un giornalista gli ha chiesto del “bersaglio” del suo Paese da parte di Berlino e Parigi e della difesa delle “pretese ingiuste” della Grecia, a un momento in cui Ankara “continuava la diplomazia risolverà la crisi del grano e dell’energia”, ha risposto: “Il ministro degli Esteri ci ha dato le risposte di cui abbiamo bisogno a queste dichiarazioni di parte”.

E con tono fermo e chiaramente irritato, ha osservato, secondo Hürriyet: “Purtroppo, Germania e Francia sono anche strumenti di propaganda greca e greco-ciprioti. È inaccettabile che critichino il nostro Paese con giudizi imprecisi mentre condonano la mossa illegale della Grecia. a livello internazionale. La posizione della Turchia sulla stabilità e la sicurezza europea è chiara. Dimostriamo ancora una volta questo ruolo di pioniere nella risoluzione della crisi globale del grano”.

I giornalisti turchi, infatti, non hanno esitato a chiedere al presidente turco lo sviluppo del caso di sorveglianza in Grecia. “Non interferisco negli affari interni della Grecia. Questa è la loro questione interna”, ha commentato il presidente turco, rimanendo neutrale.

Ultimo aggiornamento: sabato 6 agosto 2022, 16:36

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.