Omicron – Perché Omicron si sta diffondendo così velocemente – Nuovo studio

La variante di Omicron aggira l’immunità vaccinata in modo più efficace rispetto a Delta, secondo un rapporto danese pubblicato la scorsa settimana, che spiega l’elevata trasmissibilità di Omicron.

Dalla scoperta della variante Omicron altamente variabile a novembre, gli scienziati hanno iniziato a cercare i motivi per cui provoca malattie più lievi e più infettive rispetto alla variante Delta.

I virus possono essere più contagiosi per diversi motivi, come il loro tempo di sopravvivenza nell’aria, la loro capacità di penetrare nelle cellule o aggirare il sistema immunitario.

Hanno studiato 12.000 famiglie

Studiando circa 12.000 famiglie danesi a metà dicembre, i ricercatori hanno scoperto che l’Omicron era da 2,7 a 3,7 volte più infettivo del delta danese vaccinato.

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Copenhagen, Statistics Denmark e Statens Serum Institute (SSI) ha mostrato che il virus si trasmetteva più rapidamente perché era più efficace nel distruggere l’immunità ottenuta dai vaccini.

Immunità bypass

“I nostri risultati confermano che la rapida diffusione di Omicron può essere associata principalmente al bypass dell’immunità piuttosto che a un aumento intrinseco della trasmissione precoce”, hanno affermato gli autori dello studio, che non sono ancora stati sottoposti a revisione paritaria.

Il 78% dei danesi è stato completamente vaccinato, mentre il 48% ha ricevuto una terza dose di richiamo. Più di 8 danesi su 10 hanno ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech.

Lo studio ha anche scoperto che le persone che hanno ricevuto la terza dose di richiamo avevano meno probabilità di trasmettere il virus, indipendentemente dalla variazione, rispetto a quelle che non lo facevano.

Malattia

Sebbene più contagioso, l’Omicron sembra causare malattie meno gravi, secondo il direttore tecnico della SSI Tyra Grove Krause.

READ  Tragico incidente della cabina della funivia in Italia: secondo i soccorritori i freni non funzionano

“Sebbene Omicron possa ancora esercitare pressioni sul sistema sanitario, tutto indica che è più mite della variante Delta”, ha affermato, aggiungendo che il rischio di essere trattati con Omicron era la metà di quello di Delta. E questa conclusione coincide con i risultati di altri studi.

Quanti in terapia intensiva?

Delle 93 persone ricoverate all’Omicron Hospital alla fine di dicembre, meno di 5 hanno ricevuto cure intensive, secondo i dati.

“Questo potrebbe portarci fuori dalla pandemia, quindi è l’ultima ondata”, ha affermato il direttore tecnico di SSI.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.