Hanno rubato 7 milioni di dipinti e li hanno portati per il restauro – Come è stato trovato il Tiziano “perduto”.

QUELLO polizia dei beni culturali è un ente italiano speciale Carabinieri specializzato in ciò che dice il suo nome: da trovare rubato le cose valore culturale.

Pochi giorni fa sono riusciti a recuperare un altro preziosissimo capolavoro, uno tavolo a partire dal passerella rubato nel 2004. Il dipinto è scomparso dalla faccia della terra e tutti pensavano che fosse finito in una collezione privata in Svizzera, dove è molto difficile da trovare e recuperare.

Infine, il dipinto del grande pittore rinascimentale, ritratto di uomo con berretto, nel 1512, fu trovato in un laboratorio ad Asti, dove fu mandato in riabilitazione.

Una telefonata anonima ha inviato i carabinieri in un certo laboratorio, dove sono rimasti completamente scioccati nel vedere il dipinto, che vale almeno 7 milioni di euro.

Il dipinto è stato restituito allo Stato italiano con una piccola cerimonia, come di consueto in questo caso, perché il restauro di ogni opera è una piccola (o grande) vittoria per un paese afflitto da antichità e furto di opere d’arte.

La polizia sta ora indagando su due cittadini svizzeri in relazione al furto e al modo in cui il dipinto è stato trovato in laboratorio.

La forza speciale di polizia italiana ha 280 agenti di polizia e investigatori speciali, che stanno setacciando il mondo per restituire le loro opere agli Stati Uniti. Nel 2019, la stessa unità è riuscita a recuperare più di 10.000 antichità da 28 paesi, “danneggiando” la rete dell’antiquariato e la distribuzione dell’antiquariato.

Tiziano è considerato uno dei più importanti rappresentanti del Rinascimento italiano. Nel 2011 il suo lavoro è stato venduto all’asta da Sotheby’s Madonna col Bambino a 16,9 milioni di euro.

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.