Il ritorno della Fiat Topolino elettrica

L’azienda italiana prevede il ritorno dello storico badge Topolino, sfruttando le sinergie del gruppo Stellantis grup

Il nome Topolino è stato utilizzato per l’ultima volta dalla Fiat nei modelli di produzione circa 60 anni fa, tuttavia, come tutti mostrano, l’azienda italiana si prepara a riportare in vita il famoso sfruttando la tecnologia di un modello più piccolo ed elettrico di Citroen, l’Ami.

Secondo le informazioni disponibili, la versione originale del modello è stata presentata ai rappresentanti del marchio in tutta Europa, i quali hanno affermato di adottare caratteristiche più raffinate in termini di design e dotazioni rispetto al corrispondente modello tecnologico Citroen.

Come per l’Ami, ma anche per il suo equivalente Opel, Rocks, la versione Fiat dovrebbe essere disponibile sia in versione passeggeri che business, essendo quest’ultima la soluzione ideale per il trasporto urbano. Inoltre, dovrebbe essere esclusa la presenza di una versione aperta nella sua scelta.

Citroen Ami è lunga 2,41 metri e può ospitare due passeggeri adulti. È dotato di un motore elettrico da 6 kW che assicura una velocità massima fino a 45 km/h ed è alimentato da una batteria da 5,5 kWh che a sua volta promette un’autonomia di 75 km.

La Fiat Topolino dovrebbe adottare le stesse caratteristiche tecniche, pur essendo descritta come più ricca di dotazioni, mentre avrà un’abitacolo più attenta.

Secondo informazioni non ufficiali, la costruzione della Fiat Topolino dovrebbe iniziare il prossimo anno presso lo stabilimento del gruppo Stellantis in Marocco con una prospettiva di produzione di 35.000-40.000 unità all’anno.

Seguilo in Google News ed essere il primo a conoscere tutte le novità
Vedi tutte le ultime notizie dalla Grecia e dal mondo, su ingr

Alberta Trevisan

"Analista certificato. Esploratore a misura di hipster. Amante della birra. Pioniere estremo del web. Troublemaker."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.