Improvvisamente un favorito segreto: la Ferrari provoca l’euforia della Formula 1 in Italia

Improvvisamente un favorito segreto
La Ferrari provoca l’euforia della Formula 1 in Italia

La Ferrari è tornata – è il parere unanime nel paddock di Formula 1 dopo i test in Bahrain. Il capo del team Mattia Binotto e il pilota Charles Leclerc hanno elogiato la nuova vettura. E il foglio italiano esulta già – seppur con cautela.

Con ottime prestazioni e tempi sul giro veloci, Charles Leclerc e Carlos Sainz hanno impressionato nei test di F1 in Bahrain. Il duo ha percorso decine di chilometri e raccolto molti dati. Con il monegasco e lo spagnolo, la Ferrari ha già una delle coppie di piloti più forti. Se l’auto è in questo momento, il 2022 potrebbe essere la resurrezione della rossa. Il potenziale della nuova F1-75 era però già evidente nei giri di prova. Con un totale di 788 giri (distribuiti su tutti i giorni di test), la Scuderia ha completato il maggior numero di giri in un inverno di Formula 1.

Non c’è da stupirsi che la tenera primavera della F1 sia già sbocciata in Italia. La Gazzetta dello Sport ha annunciato la lotta per il mondiale, soprannominando la prossima stagione “Duello con King Max”. L’ultima volta che hai visto una Ferrari così potente è stata nelle stagioni 2017 e 2018, dicono gli osservatori. A quel tempo, i Reds hanno lottato a lungo con Sebastian Vettel contro Lewis Hamilton e Mercedes per il titolo. Nonostante l’ottimismo, il foglio sottolinea anche che i risultati dei test dovrebbero essere trattati con cautela. Nessuna delle due squadre ha davvero mostrato la sua piena prestazione. Questo è particolarmente vero per la Red Bull, anche la Mercedes non è stata impressionante nei test. Entrambe le squadre hanno ancora riserve.

Ecco perché la Ferrari è una delle preferite in segreto

Resta evidente il miglioramento della tradizionale formazione italiana. Oltre alla velocità indicata, la slitta rossa sopra è tutta costante. Il capo del team Mattia Binotto ha fatto riferimento all’affidabilità della vettura ed è rimasto soddisfatto: “Parlando di noi, sono stati sei giorni positivi perché abbiamo guidato con costanza e abbiamo imparato molto sulla vettura. Abbiamo raccolto molti dati e questo è con quelli in la galleria del vento e il simulatore di Maranello. Quello era il nostro obiettivo principale e l’abbiamo raggiunto”.

Anche Charles Leclerc era fiducioso dopo il test drive: “La F1-75 è costante, gira senza problemi e i nuovi metodi sembrano aver dato i suoi frutti. Voglio vincere, ma soprattutto voglio lottare in testa in ogni GP. ” Anche i monegaschi sono rimasti molto colpiti dalla consistenza. La Ferrari andava, andava e veniva. Altre squadre hanno avuto problemi di affidabilità più significativi.

Nonostante il crescente clamore e gli elogi della Ferrari da parte della concorrenza, Binotto non voleva sapere nulla sull’essere il favorito. Capo vede chiaramente al vertice le squadre affermate: “Credo ancora che Red Bull e Mercedes debbano essere citate per prime. Sono stati loro a vincere il titolo mondiale l’anno scorso. E hanno dimostrato in passato di essere una squadra forte. ” Ma ha grande fiducia nella sua squadra di Maranello: “Credo che questa squadra sia grande. Possono fare una buona prestazione e dimostrare anche quest’anno che possiamo lottare. È su questo che ci stiamo concentrando”.

Sembra che le nuove regole abbiano davvero messo in moto l’equilibrio di potere in Formula 1. Leclerc spiega dove sono le differenze rispetto alla scorsa stagione: “E’ una vettura diversa dal 2021, più aggressiva e anche un po’ più bassa, con molti salti sui rettilinei, un problema su cui siamo migliorati. Anche la visibilità e la frenata sono cambiate in quanto la monoposto è diventata più pesante. , il che significa che c’è più lockout. Trovare il giusto punto di frenata sarà molto importante. Chi è abituato alle condizioni più veloci ne trarrà vantaggio”. La Ferrari sembra pronta.

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.