Le donne alzano la voce nel mondo degli affari – Ultime notizie Guatemala

Guglielmo Monsanto
[email protected]

Proprio lo scorso 19 maggio sono stato invitato a dare qualche parola in occasione dell’inaugurazione studio blu e mostre postume Elmar René Rojas. Innanzitutto devo sottolineare che il concept interdisciplinare che offre Casa Mandarina cattura davvero la mia attenzione.

Questo luogo è accessibile, piacevole e, inoltre, ha un certo calore. La vastità della proprietà e la natura imprenditoriale che la circonda è un invito ad allontanarsi dal caos e dalla frenesia del traffico dell’ora di punta e trascorrervi un buon momento di svago.

La sua influenza sull’arte locale è evidente dalla fine degli anni ’60 in poi.

Blue Studio è scuola di pittura formale (e abilità plastiche) gestito dai suoi fondatori, Iveth Vallar e Gabriel Tom. Ha un programma di insegnamento speciale con la missione di formare nuovi artisti, bambini e adulti, non dilettanti.

Da quanto è stato notato, si può capire che il loro programma accademico ha una logica escalation per raggiungere l’obiettivo desiderato: diventare un creatore visivo professionale. Vallar è un grafico (Landivar), passa in decorazione (UNIS), oltre ad aver studiato al Liceo Artistico di Belle Arti (usac) e presso la City School al Palacio de Correos.

Tom è un designer industriale e uno studente di Iveth con il quale ha studiato pittura. Retrospettiva Elmar René Rojas (1937-2018) mi ha portato, dopo molto tempo, dalle sue stimate figlie e dalla signora Olga, madre di un’imprenditrice e manager culturale. Un momento particolarmente godibile per l’abbondanza di ricordi e aneddoti che legano i ricordi dell’artista espositore a situazioni relative all’universo creativo del Guatemala e alla Galleria El Attico.

Autoritratto di Elmar René Rojas, olio su tela, 1962.

Basti notare che con Elmar Rojas c’è sempre qualcosa da imparare grazie al suo spirito generoso. Rojas, insieme a molti altri nomi, è uno degli artisti internazionali più importanti del paese. Come colorista, ha proposto una tavolozza che è stata adottata da diversi scrittori attivi negli ultimi due decenni del 20° secolo.

I pittori emergenti adattarono principalmente le figure per esplorare il “realismo magico” di Elmarian dalle proprie esperienze. Mentre da studente, alla fine degli anni ’50, e come professionista negli anni ’60, proponeva sulla base di espressioni informaliste.

La sua immaginazione, come quella dei suoi compagni di classe, è forte e potente. Il suo lavoro politico non lascia nessuno indifferente. Insieme a Marco Augusto Quiroa e Roberto Cabrera fondano il gruppo Vértebra, al quale si uniranno in seguito Luis Ortiz, Enrique Anleu Díaz e Ramón vila.

L’opera di Elmar Rojas, che comprende anche la scultura, ha un suo valore sia nella composizione che nella varietà dei temi che solleva. Come Carlos Mérida e Rodolfo Abulaach, in particolare, le sue opere si trovano in diversi importanti musei.
Intorno al mondo.

collaboratore DCA

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.