Premiere ai Mondiali in Qatar

La World Football Federation (FIFA) ha annunciato oggi che la tecnologia semiautomatica del fuorigioco sarà utilizzata ai Mondiali in Qatar.

La FIFA ritiene che questa tecnologia aiuterà a ridurre le decisioni di fuorigioco utilizzando la tecnologia video da una media di 70 secondi ad intervalli tra 20 e 25 secondi.

L’idea è il pubblico nello stadio e vicino al piccolo schermo ottenere l’illustrazione 3D della decisione dell’arbitro ma alla successiva interruzione del gioco dopo che si è verificata la situazione contestata.

Il sistema utilizzerà 12 telecamere che saranno posizionate sotto il tetto di ogni stadio in cui si giocheranno le partite della Coppa del Mondo.

Il presidente della Commissione Arbitri FIFA, il noto arbitro italiano Pierluigi Collina, ritiene che il nuovo sistema sarà “lodato, riconosciuto e accettato” come la tecnologia sulla linea di porta.

Ho sentito molto parlare di arbitri robot. Capisco che sia fantastico per i titoli dei media, ma non accadrà. L’arbitro prenderà comunque decisioni durante una partita di calcio e questa tecnologia fornirà una risposta solo se il calciatore è in posizione di fuorigioco o meno. In altre parole, tutti gli altri eventi tra rivali in campo restano di competenza dell’arbitro. Inoltre, ho sentito che la gente pensa che ci vogliano cinque secondi per sistemare una situazione di fuorigioco. Questo non è certamente possibile in quattro o cinque secondi, questa è una falsa speranza. Saremo più veloci, saremo più precisi, questo è l’obiettivo principale della tecnologia semiautomatica del fuorigioco“, ha affermato Colina, come riportato dalla FIFA.

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.