Rafael Nadal dovrebbe sottoporsi a un intervento chirurgico alla gamba?

Rafael Nadal ha scritto un nuovo capitolo nella storia del tennis vincendo il Roland Garros per la quattordicesima volta. Il fenomeno spagnolo, arrivato a Parigi con molta trepidazione, ha lasciato Casper Ruud senza via d’uscita in finale e ha firmato il 22° Grande Slam della sua carriera.

Dopo aver vinto l’Australian Open all’inizio di quest’anno, il 36enne di Manacor è di nuovo davanti a Roger Federer e Novak Djokovic nella classifica di tutti i tempi.

Lo stesso Rafa ha battuto Nole nei quarti di finale a Parigi, facendo una prestazione superba e sfruttando il passaggio a vuoto del suo avversario. In una conferenza stampa, il giocatore iberico ha espresso la sua gioia per il successo della Porte d’Auteuil, ma ha sottolineato la necessità di trovare una soluzione per alleviare il dolore alla gamba.

Nadal ha giocato contro il Roland Garros in condizioni precarie e non ha intenzione di giocare il prossimo torneo in anestesia. Ricordiamo che il maiorchino soffriva della sindrome di Muller-Weiss, diagnosticata nel 2005.

In una recente intervista al quotidiano ‘Blick’, Walter O. Frey – che si occupa di medicina dello sport – ha analizzato la situazione di Rafa.

Nadal ha aggiunto un’altra piuma al suo cappello

“Il primo passo di Rafael Nadal per raggiungere i suoi exploit in campo sono state le solette ortopediche.

Questo aiuta a sostenere l’arco del piede dal basso. Ma nel peggiore dei casi, questo non basta. Perché se la malattia persiste, “l’osso della gamba rischia di spezzarsi in due.” In questi casi è evidente che le solette ortopediche non sono più adeguate.

Solo la chirurgia può risolverlo. Le ossa vengono quindi indurite con viti e diventa molto difficile continuare lo sport ad alto livello” – afferma Frey.

Negli ultimi anni l’infortunio al piede sinistro ha causato molti problemi allo spagnolo. Nadal ha saltato la maggior parte della stagione 2021 a causa dello stesso problema.

Inoltre, il giocatore 35enne si è ritirato dagli Open d’Italia di quest’anno. Anche la sua partecipazione al Roland Garros era in dubbio, ma la vittoria al Roland Garros 14 volte ha sorpreso tutti con il suo coraggio e determinazione.

Francamente, ha spiegato la procedura che avrebbe seguito. “L’iniezione del nervo è andata bene per me. Ora effettueremo un trattamento che consiste in un intervento su entrambi i nervi.

Questo è qualcosa che ha funzionato bene per me e ha portato via il mio dolore in passato. Questa è un’iniezione di radiofrequenza pulsata che può aiutare a ridurre la sensazione nei miei piedi. ”

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.