Crescono le speculazioni sulla salute di Putin. Il “Numero 2” del Cremlino potrebbe essere più pericoloso

Ci sono state speculazioni sui media occidentali sui possibili problemi di salute del presidente russo Vladimir Putin. Se per questo motivo non è in grado di svolgere il suo ufficio, i suoi poteri devono essere trasferiti temporaneamente al Presidente del Consiglio. Almeno così dice la costituzione. “Tuttavia, va detto qui che le procedure legali non si svolgono molto in Russia. E ovviamente c’è molto spazio per la creatività”, afferma il politologo Jan ír.

Guerra in Ucraina: il politologo Jan ír sulla costituzione russa e gli ulteriori sviluppi dell’escalation militare | Video: Kristýna Pružinová, Jakub Zuzanek

In questo contesto, ír della Facoltà di scienze sociali dell’Università Carlo sottolinea che l’assunzione provvisoria dei poteri presidenziali non è nemmeno regolata in dettaglio nella costituzione russa e la domanda è come verrà gestita nella pratica questa situazione.

“La stampa occidentale ha discusso a lungo se Putin realizzerà o meno un intervento pianificato e chi sarà incaricato di guidare il Paese in un caso del genere”, ha detto ír, specializzato nello spazio post-sovietico. “Ci sono speculazioni qui su persone che possono avere una forte influenza su Putin e sono nei circoli più profondi della leadership”, ha aggiunto.

In questo caso, secondo lui, non si tratta del primo ministro russo Mikhail Mishustin, che dovrebbe assumere il potere del capo di stato secondo la costituzione, ma di Nikolai Patrushev, segretario generale del Consiglio di sicurezza russo. Federazione. “E sicuramente non si distingue per il suo amore per l’Occidente o per l’Ucraina”, commenta ír.

Dal punto di vista di ulteriori sviluppi, secondo i politologi, è anche necessario tenere conto della possibile escalation della guerra da parte della Federazione Russa. “Ed è un’escalation orizzontale, ovvero l’estensione del conflitto ad altri paesi, o anche verticalmente nella forma dell’uso di armi di distruzione di massa, che è vissuta dal regime di Putin”, ha affermato ír. “Questo ci costringe a essere vigili e cercare non solo di considerare questi rischi, ma soprattutto di gestirli alla fine”, ha aggiunto.

Guarda il video all’inizio dell’articolo, in cui Shir menziona anche se potrebbe esserci un palazzo o un colpo di stato popolare in Russia, o come le sanzioni occidentali continueranno a colpire le persone lì.

Michela Eneide

"Pensatore. Appassionato di social media impenitente. Guru di viaggi per tutta la vita. Creatore orgoglioso."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.