Duplantis, Barshim-Tamberi… Cinque motivi per partecipare alla riunione della Doha Diamond League

Duplantis può essere visto da 6 metri di distanza

Non so se qualcuno ha mai saltato 6 metri in Qatar? ha chiesto Armand Duplantis in una conferenza stampa giovedì. Il record dell’incontro è di 5,82 m, condiviso da cinque diversi saltatori, incluso lui. ” Quindi qualcuno doveva farlo! ha concluso la Svezia detentrice del record mondiale (6,20 m).

Credere in “ buona forma, abbastanza per fare cose buone Duplantis aveva tutte le ragioni per allestire un campo base a 6 metri. A Doha sarà inoltre presente il vicecampione delle Olimpiadi americane Chris Nilsen, che lo scorso fine settimana ha fissato l’MPM a 6 metri. Renaud Lavillenie, in ottima forma dopo un inverno difficile, tornerà in campo mentre suo fratello Valentin sta cercando di spazzare via lo zero dal primo tempo tra i club di domenica scorsa.

De Grasse – Lyles – Kerley: stuzzicante trio a 200m

Il campione olimpico dei 200 metri Andre De Grasse affronterà il campione del mondo Noah Lyles e la medaglia d’argento olimpica dei 100 metri Fred Kerley in una corsa di 200 metri costellata di stelle. Quest’ultimo, che ha subito una battuta d’arresto a Nairobi lo scorso fine settimana contro un velocissimo Ferdinand Omanyala, ha corso in meno di dieci secondi sui 100m (9.92), meno di 20 secondi sui 200m (19″80) e meno di 45 secondi oltre i 400 m (44″47).

Lyles, che ha completato i 200 metri in 19″86 il 1 maggio, è diventato il campione del mondo 2019 a Doha, detenendo il record dell’incontro con 19″83. De Grasse si accontenta di una rimonta alle 20.67 di fine aprile e inizierà davvero la sua stagione questo venerdì sera.

Al vertice il duo Barshim-Tamberi

Riuniti, i campioni olimpici Mutaz Barshim e Gianmarco Tamberi hanno rivissuto davanti ai media i ricordi della notte dopo la loro doppia incoronazione, a Tokyo, la scorsa estate. ” Solitamente, al Villaggio Olimpico, gli atleti chiedono foto alle leggende dello sport: Roger Federer, LeBron James… Ecco, ci chiedono le foto noi! »

Bronzo quest’inverno nel Mondiale Indoor quando non ha saltato in inverno, l’italiano questa volta si è preparato per l’estate. Barshim, che è anche campione del mondo di doppio, ha spiegato che all’età di 30 anni doveva trovare una nuova fonte di motivazione. ” A volte devi fare un passo indietro e rimettere a posto il pilastro, rialzandoti per trovare la scintilla. Posso dire di aver scoperto due o tre cose che mi hanno permesso di andare avanti. »

Samba-Mayela per assicurarsi sull’ostacolo di 100 m

Il portiere francese, il cui status è cambiato quest’inverno con il titolo mondiale nei 60 ostacoli, avrà l’onore della pista 5 questo venerdì sera per la seconda Diamond League della sua carriera giovanile. A 21 anni, Cyréna Samba-Mayela ha ancora molto da imparare sui 100 m ostacoli dove i livelli mondiali sono alti e alti.

Al suo fianco, corsia 4, ci sarà Kendra Harrison, primatista mondiale in 12”20, e sulla pista 6, Tobi Amusan della Nigeria, 4° a Tokyo e record in 12”42. Con 12”73 la francese ha avuto il tempo peggiore, ma quest’estate dovrà scendere presto.

E anche…

I 200 metri femminili saranno seguiti anche dalla campionessa del mondo Dina Asher-Smith, che si sta riprendendo da un infortunio, affrontando la giamaicana Shericka Jackson e l’americana Gabrielle Thomas. Nei 400, Bahamas Shaunae Miller-Uibo, che quest’anno ha corso sotto i 50 secondi (49″91), sarà il grande favorito.

Guarda l’incredibile plateau di fascia media, con podi olimpici con 3000 m ostacoli condivisi (Soufiane El Bakkali, Lamecha Girma e Benjamin Kigen), emozionanti 1500 m con il vice-campione olimpico Timothy Cheruyiot e il leader della stagione Abel Kipsang per gli uomini, e la campionessa olimpica Faith Kipyegon per le donne.

Riccarda Fallaci

"Imprenditore. Comunicatore pluripremiato. Scrittore. Specialista di social media. Appassionato praticante di zombie."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.