Italia: uomo stupra ragazza (12 anni) – la polizia lo salva dalla giustizia vigilante – notizie dall’estero

Il dolore di un padre lo acceca di rabbia – e lo spinge quasi ad uccidere…

Un atto terribile ha sconvolto i bolognesi (Italia)! come un giornale”Corriere Bologna“Secondo quanto riferito, si dice che un ragazzo di 30 anni abbia violentato una ragazza di dodici anni del suo quartiere. All’inizio il crimine rimane irrisolto, ma quando la ragazza si tira indietro e chiede a suo padre, scopre la terribile verità.

+++ Adesso BILD è anche in TV! Eccolo IMMAGINE IN DIRETTA +++

Il giornale ha anche riferito che la ragazza non ha pronunciato una parola per giorni finché suo padre non l’ha convinta a parlare: in seguito l’ha informata di molestie sessuali da parte del suo vicino.

Il padre furioso ha quindi avvisato amici e familiari sabato e si è recato con loro a casa del sospettato. Quando ha aperto la porta, una folla inferocita lo ha tirato fuori e lo ha picchiato per strada.

Apparentemente era così violento che i residenti preoccupati hanno temuto la morte dell’uomo e hanno chiamato la polizia. I funzionari hanno fermato l’attacco, forse impedendo la morte dell’uomo. A causa di gravi accuse, il presunto stupratore è stato arrestato sul posto e portato alla stazione di polizia.

Incredibile: infatti, secondo quanto riportato dai media, gli investigatori hanno trovato un video del delitto sullo smartphone dell’uomo.

Secondo “La Stampa” durante l’interrogatorio, ha giustificato le sue azioni orribili con parole straordinarie: “Ha acconsentito, se non lo avesse voluto, non avrei fatto nulla”.

Secondo quanto riferito, la ragazza è ora in cura dal sacerdote e sta ricevendo cure mediche.

La politica italiana condanna fermamente le azioni dell’uomo e la reazione del padre e dei seguaci.

Andrea De Maria, deputato italiano, ha dichiarato a La Stampa: “Chi violenta una minorenne non ha il diritto di alleviare la situazione e deve pagare per il suo crimine. Ma la reazione delle persone colpite è inaccettabile e preoccupante”.

Le indagini sul caso continuano: non è chiaro come verranno puniti gli stupratori. È anche ancora aperto se anche il padre e il suo aiutante possono aspettarsi una punizione.

Aroldo Giovinco

"Amante della musica aspirante. Scrittore. Avido esperto di birra. Lettore pluripremiato. Studioso di social media. Esperto di cibo a misura di hipster. Pioniere della TV."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.