L’Italia senza i migliori in Coppa dei Campioni

La nazionale italiana giovanile ha grandi ambizioni agli Europei in Slovacchia. Gli “Azures” puntano alla fine del torneo e magari alla conquista di un trofeo, ma non sarà facile. Nel primo turno del girone “A”, i giocatori scelti dall’allenatore Carmien Nunciata incontreranno la Romania.

Tuttavia, nonostante sia uno dei favoriti, l’Italia è rimasta senza il miglior calciatore solo pochi giorni fa: Wilfird Gnont (18). Un giovane che ha esordito in Nazionale maggiore, e ha già segnato un gol, non potrà aiutare i compagni. Vale a dire, il suo Zurigo gli ha vietato di giocare, spiegando che avevano bisogno di lui per la qualificazione alla Champions League.

Quanto ci si aspetta da Gnot lo sottolinea anche Robert Mancini, il selezionatore che ha dato all’ivoriano un voto “A”.

– È un ragazzo, ha solo 18 anni e non dovrebbe essere troppo sotto pressione. Dovrebbe crescere lentamente. Per la sua età, gioca a calcio come nessun altro può. E Wilfrid è molto veloce”, ha detto Robeto Mancini ai media italiani e ha aggiunto:

– Il suo ruolo migliore è quello di un altro attaccante, ma può giocare anche sulla fascia. Ha un brillante futuro davanti a sé.

La scorsa stagione ha giocato con molto successo per i nuovi campioni di Svizzera, la squadra dello Zurigo. Ha giocato 36 partite, segnato 10 gol e registrato cinque assist.

Dopo le citate sorprese, l’Italia si aspetta il meglio dall’attaccante dell’Empoli Tomas Baldanci e dal centrocampista della Juventus Fabio Miretti.

Insieme alla Slovacchia, la Romania è outsider nel girone “A”, ma non c’è dubbio che i nostri vicini orientali venderanno le loro skin a caro prezzo.

IL NOSTRO TIPO: 1 e 2+ (opportunità 1.53)

Seguici tramite app iOS e Android

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.