Budget: Draghi destinerà 12.000 milioni per ridurre il carico fiscale dell’Italia | Economia

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante una conferenza stampa di presentazione del bilancio per il 2022.REMO CASILLI (Reuters)

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha presentato giovedì il suo primo disegno di legge di bilancio, che è stato approvato dal Consiglio dei ministri e ora deve passare all’iter parlamentare. I conti per il 2022 aumentano la spesa di 23,4 miliardi di euro e includono anche 30 miliardi di misure per attivare l’economia post-pandemia. Includono anche una sostanziale riduzione delle tasse, di cui sono stati riservati 12.000 milioni di euro, che resta da decidere se avrà un impatto maggiore sulle imprese o sui cittadini. Soprattutto, però, i dati presentati riescono a soddisfare buona parte della sensibilità dell’ampia coalizione di governo, bilanciando riforma delle pensioni, pressioni fiscali e mantenimento dei redditi di cittadinanza, misura stellare utilizzata dal Movimento 5 Estrellas per vincere le elezioni nel 2018, con fonti stessa potenza del 2021.

I tagli alle tasse sono stati ben accolti da tutte le parti, ma ora vanno provati con più precisione nel DPR, dopo essere stati discussi anche con gli attori sociali. “Non abbiamo deciso il peso che avranno”, ha detto Draghi in conferenza stampa riferendosi a quanto sarebbe stata ridotta ogni tassa. Il presidente del Consiglio ha comunque evidenziato che gli sgravi fiscali rappresentano un totale di 12.000 milioni, ben più degli 8.000 inizialmente previsti. L’ultimo numero che è stato recentemente pubblicato sui media è quello che servirà a ridurre il cosiddetto cuneo fiscale. Il documento si limita a fissare due obiettivi: la riduzione delle tasse sui privati ​​e l’abbassamento delle “aliquote locali sulle attività produttive”. Quanta tassa viene detratta per i contribuenti e quanto per le aziende dipenderà da quel saldo.

Il ministro dell’Economia Daniele Franco ha anche annunciato una riduzione dell’Iva per i prodotti per l’igiene personale femminile. Inoltre, sono stati confermati 2.000 milioni di tagli per le bollette di gas ed elettricità, volti a attutire l’impatto dell’aumento dei prezzi. Oltre all’assistenza al noleggio per i minori di 31 anni fino al 20% del canone di locazione, con un limite di 2.400 euro annui. Franco ha definito i budget come “espansioni”. Ha anche confermato che la crescita nel 2021 supererà il 6% e ha insistito sul fatto che tutto sta uscendo dalla crisi generata dalla pandemia.

Uno dei passi più tesi dell’Esecutivo nelle ultime settimane è stata la riforma del sistema pensionistico. “L’impegno del Governo è di tornare al sistema contributivo”, ha spiegato Draghi prima di annunciare il processo di transizione. I cambiamenti previsti dal premier liquidano il Kuota 100, un modello imposto dalla Lega due anni fa che consente il pensionamento quando a quella cifra si aggiungono età e anni di servizio. Draghi intendeva estendere l’età pensionabile a 67 anni, ma la sua idea iniziale rischiava i legami con il partito di Matteo Salvini e suscitava anche minacce di sciopero sindacale. La Giunta, infine, ha scelto di attivare nel 2022 un’opzione intermedia denominata Quota 102, che consente di andare in pensione a 64 anni se si è versati contributi previdenziali per 38 anni. A partire dal 2023 la vera e propria riforma del sistema sarà orientata al ritorno al sistema contributivo. “Non mi aspettavo manifestazioni dai sindacati”, ha assicurato Draghi. L’azione sociale, in alcuni casi, sembra piuttosto rara. L’aumento del congedo di maternità, ad esempio, raggiungerà solo 10 giorni.

Conosce profondamente tutte le facce della medaglia.

cliente

Emiliano Brichese

"Esploratore. Pensatore. Evangelista di viaggi freelance. Creatore amichevole. Comunicatore. Giocatore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.