Chi è Ennio Vivaldi, il nuovo ambasciatore del Cile in Italia?

L’ex rettore dell’Università del Cile (2014-2022) ha rinunciato alla doppia cittadinanza per accettare l’incarico. Ha lavorato con Simon Boric, il fratello del presidente. Dai a Ex-Ante la sua prima intervista.


Ambasciatore. Ennio Vivaldi Véjar (Concepción, 1950) è il nuovo ambasciatore del Cile in Italia, ha riferito questo pomeriggio la Farnesina.

  • La Roma fino ad ora ha un posto vacante, dopo l’addio di Sergio Romero qualche mese fa. L’ex senatore della RN è la persona nominata per la carica da Sebastián Piñera.

Carriera accademica. Vivaldi Véjar è un medico dell’Università del Cile (1974). Le sue specialità sono la fisiologia del sonno (Harvard University School of Medicine) e l’informatica biomedica (MIT).

  • Nel 2006 è stato promosso Vice Preside della Facoltà di Medicina dell’Università del Cile.
  • Nel 2014 ha sconfitto Raúl Morales (58% contro 42%) diventando rettore dell’Università del Cile, succedendo a Víctor Pérez Vera (2006-2014). Vivaldi è stato rieletto nel 2018 con il 63,5% (Patricio Aceituno, il suo rivale, ha ottenuto il 36,5%). Nel maggio 2022 le successe Rosa Devés, la prima donna a entrare in carica.
  • Tra il 2016 e il 2022, Vivaldi ha anche guidato il Consorzio dell’Università statale cilena.
  • Il ministero degli Affari esteri ha anche ricordato che il nuovo ambasciatore è laurea honoris causa dall’Università di Panama e dall’Università di Los Lagos.

Vita privata. Non faceva parte di nessun partito politico, ma quando era studente faceva parte della Gioventù Socialista.

  • In gioventù ha avuto una relazione romantica con Michelle Bachelet. I due erano compagni di classe presso la Facoltà di Medicina dell’Università del Cile.
    • “Apprezzo e ammiro davvero quello che ha passato e quello che ha passato”, ha detto a La Tercera nel 2014, quando ha presentato domanda per il suo primo mandato come cancelliere.
  • I suoi nonni (Augusto Vivaldi e Doménica Cichero) sono italiani, di Taggia, un paese vicino a Sanremo, e suo padre (Ennio Vivaldi Cichero) ha completato i suoi studi principali a Firenze, ha detto una persona. articoli di Diario Concepción.
  • Ha due figli: Ennio e Lieta. L’uomo è uno psichiatra. la principessa è avvocato socialista e nominato Governo come consigliere delle istituzioni nazionali per i diritti umani (INDH).

Relazione con Boric. Simón Boric, fratello del Presidente della Repubblica, ha servito per molti anni come principale consulente per le comunicazioni dell’Università del Cile.

  • La relazione tra Ennio Vivaldi e Simón Boric è iniziata nel 2014, vista la specializzazione del giornalista in comunicazione strategica. Negli anni la sua influenza su Vivaldi e, quindi, sulle decisioni rilevanti della stessa Università del Cile, aumentò. È stato lui il responsabile dei rapporti di Vivaldi con attori al di fuori del mondo accademico.
  • Con Gabriel Boric come Presidente eletto, il Cancelliere Vivaldo gestisce la sede dell’Istituto di Studi Internazionali, a Providencia, resterà nelle mani della nuova autorità. Nei mesi estivi del 2022 l’edificio è conosciuto come “La Moneda Chica”.
  • Il presidente – un ex studente di giurisprudenza dell’Università del Cile – ha ricevuto Vivaldi a gennaio presso la sede. Il Cancelliere in quel momento era accompagnato dal Vice Cancelliere per gli Affari Accademici (e poi Cancelliere), Rosa Devés.
  • “Abbiamo un impegno irriducibile non solo per l’Università del Cile, ma per tutta l’istruzione pubblica. Il Cancelliere ha espresso la sua disponibilità a fornire tutte le conoscenze e le capacità di U – non in modo di parte, ma nel perseguire il futuro del Paese – e noi prenderemo la mano che ci offre. L’Università del Cile e l’Università statale hanno molto da contribuire in questa direzione e avranno un governo che si preoccupa della rivitalizzazione dell’istruzione pubblica e della giusta considerazione”, ha detto Boric a Vivaldi in occasione.
  • La risposta del cancelliere in quel momento: “È la persona che abbiamo incontrato da studenti, che è stato molto importante nel movimento studentesco e nell’evocare il clima di conversazione in questo Paese, che credo sia stato sufficiente per portarlo alla possibilità di diventare Presidente . .Repubblica”.

Italia. Il paese è la quarta economia più grande d’Europa (dopo Germania, Regno Unito e Francia) e la nona al mondo.

  • In Cile, la fornitura l’investimento del capitale italiano ha raggiunto i 14 miliardi di dollari. Questi includono società multinazionali come varie filiali della società elettrica Enel, la società madre Planvital (Assicurazioni Generali) o la società di tecnologia medica Rosiglioni Impianti, tra le altre.

Colloquio. “È andato tutto molto bene. Sono davvero emozionato, davvero”, ha risposto Vivaldi rispondendo a Ex-Ante subito dopo Lo ha annunciato il ministero degli Esteri.

-Quando sei entrato in carica?

-Non ho più notizie che c’è una proposta e c’è accordo dal governo italiano arrivato oggi. Quello che mi hanno detto è che qualcuno doveva essere disponibile e io ero sicuramente disponibile in qualsiasi momento. Mi è stato detto che ora c’era una serie di procedure burocratiche da fare, quindi non ho una data.

-A causa della tua storia familiare, hai forti legami con l’Italia.

Certo. Inoltre, l’immagine di mio nonno è molto forte. Mio nonno era una persona molto importante nella mia vita. C’è una tradizione, una cosa culturale molto forte.

Hai rinunciato alla doppia cittadinanza?

– L’ho già fatto.

Come sono i tuoi rapporti con il Presidente? Durante il suo mandato come cancelliere, l’Università del Cile ha fornito strutture al suo presidente eletto Gabriel Boric. Si chiama “Piccola moneta”.

Sì, ma non c’entra niente. Non ho avuto la possibilità di parlargli, o se viene a sapere della proposta… In realtà sono sorpreso quanto te in questo momento.

-Ma quando ti hanno chiesto di fare l’ambasciatore?

– Non è passato molto tempo. Ma per me ciò che conta è il fatto in sé, l’opportunità che mi è stata data di contribuire agli ottimi rapporti tra Cile e Italia. Questo è ciò che è importante.

-Cosa ti aspetti dal tuo management? Che progetti hai?

-Questo è un momento in cui l’Europa credo sia molto consapevole dell’importanza di rafforzare le relazioni con l’America. Come rettore, ho avuto un ottimo lavoro con gli ambasciatori italiani, con molti progetti. Sono molto, molto eccitato. Non ho parlato con il ministro, non ho parlato con il Presidente, quindi non posso dire molto di più, se non parlare della mia gioia e della mia voglia di contribuire al prosperissimo rapporto tra Italia e Cile.

-Sai che l’Italia è all’origine di molti investimenti in Cile. Immagino che cercherà di stimolare quella dimensione.

-Certo. Questa è una cosa molto, molto importante per chiunque assuma il ruolo di ambasciatore.

-L’Italia è anche uno dei paesi più importanti dell’Unione Europea, proprio quando è stato finalizzato il Trattato di Modernizzazione. Cosa ne pensi di questo?

-Preferisco non dare un parere, perché lo ritengo irresponsabile. Sarebbe inopportuno per me commentare un parere senza prima parlarne con il ministro e il Presidente.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.