Il paradiso delle vacanze di George Clooney è allagato

Berlino/LaglioSud in fiamme, nord in pericolo di forti piogge: sabato sera la Protezione civile italiana ha emesso un nuovo avviso per molte parti del Paese mediterraneo. Il livello di allerta rossa più alto si applica a ciascuna delle regioni lombarde del nord Italia, secondo un rapporto dell’autorità di protezione civile. Questa settimana un forte temporale ha provocato allagamenti e smottamenti nell’area intorno al Lago di Como. Nel paese di Laglio, una celebrità appare all’improvviso per promettere il suo aiuto: l’attore George Clooney.

“Ci è voluto un po’ per capire che si trattava davvero di George Clooney. È semplicemente entrato ringraziandoci per il nostro lavoro, per quello che facciamo per il Paese. Poi sono iniziati i selfie e anche la foto di gruppo, è stato molto disponibile e amichevole”. Lo ha detto al Corriere della Sera il sindaco di Laglio sul Lago di Como, Roberto Pozzi. La star statunitense possiede una villa a Laglio, ma né i residenti né la protezione civile si aspettano che esaminerà lui stesso la devastazione dopo la tempesta.

L’attore 60enne ha annunciato i soccorsi dopo l’incidente. Clooney si è detto disposto a fare la sua parte, ha detto il sindaco Pozzi. Le foto di Clooney con i soccorsi in caso di calamità locali e Pozzi sono state avvistate sui social media. Secondo i media italiani, anche la casa di Clooney è stata allagata. Si dice che i detriti abbiano raggiunto il balcone al primo piano. Si dice che una grande quantità di fango, legno e detriti abbiano spazzato via la casa.

Nella zona intorno al Lago di Como, da martedì, forti piogge hanno provocato frane e allagamenti in molti luoghi provocando gravi danni. I ponti sono stati abbattuti, le case sono state danneggiate, c’era gente che ha perso tutto. Il comune di Laglio ha trascorso una settimana a sgomberare strade ricoperte di fango e a scavare detriti con macchinari pesanti.

In un video trasmesso dal canale televisivo italiano Rai 1, Clooney ha affermato che la situazione era peggiore di quanto si pensasse. Ci sarà molto lavoro, ci vorranno milioni di dollari. Il 60enne ha dato speranza anche alla gente del posto: “Questo posto è sempre stato, continuerà ad esistere e tornerà più forte e migliore”.

Gerardo Consoli

"Studente professionista di alcol. Drogato di bacon. Evangelista del web. Pensatore per tutta la vita. Appassionato di caffè. Appassionato di tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.