PAOK: Scenario dall’Italia per Boto

La scorsa settimana in Super League hanno deciso di iniziare una nuova stagione il 20 agosto per un campionato che avrebbe nuovamente 14 squadre e un secondo turno di spareggi con le prime 6 squadre del campionato. Ciò deve significare 36 partite, più partite di coppa più obblighi nelle competizioni europee.

L’ascesa della Grecia al 15° posto nella classifica speciale UEFA non conta per la prossima stagione, ma per la stagione successiva, il che significa che se il PAOK arriva secondo, giocherà di nuovo nelle qualificazioni alla Conference League e non sappiamo se è fortunato e passa attraverso il round-to-table 2 senza correre. Se fatto secondo il programma e il calendario UEFA, si giocherà dal secondo tempo e ciò significa che la prima partita si giocherà alla fine di luglio.

Con un programma fitto all’inizio, gli uomini di Razvan Lucescu dovrebbero essere pronti entro fine luglio per le due finali che si qualificheranno alla fase successiva, qualcosa che vieta gli errori come quelli pagati la scorsa estate: AEK di Velez, Aris di Astana e Olympiakos da Ludogorets.

Visto che in 8 mesi l’intero calendario del PAOK deve coincidere, tanto più urgente è la necessità per Dikefalos di rafforzare il roster, qualitativamente, ma decisamente numericamente. Quando lo diciamo in 8 mesi invece dei soliti 9, ci riferiamo alla prima e più grande pausa invernale in Europa e allo stesso tempo nel calcio greco. L’hosting della Coppa del Mondo in Qatar interromperà per circa 1,5 mesi tutte le competizioni nazionali e per club, il che significa che il PAOK e ogni squadra greca dovranno giocare 36 partite (!) in 31 fine settimana attivi durante la stagione. partite per le competizioni UEFA.

Ciò significa che il Golgota, 2 partite a settimana e ogni 3 partite giocate dal PAOK negli ultimi mesi, potrebbe diventare un fenomeno quotidiano per tutta la prossima stagione se il PAOK avanza nel girone di Europa Conference League e avanza alla prima fase del girone. Già con il roster di quest’anno, il PAOK gioca in rosso e i giocatori stanno testando la loro resilienza personale per mesi, quindi la prossima stagione le sfide e le difficoltà cresceranno e il roster della squadra dovrebbe essere pronto con più di 25 giocatori nel roster della squadra. .

Se quest’anno verranno fornite soluzioni da giocatori come Zolak, Taylor, Varela, Esiti e Murg, la prossima stagione questa situazione diventerà un fenomeno comune del giovedì-domenica e l’organizzazione del Biceps dovrà prepararsi rapidamente a tutto.

Ricordiamo infine ancora che il PAOK avrà Andrija Zivkovic nelle finali dei Mondiali, mentre non sappiamo se qualcuno dei giocatori che verranno acquisiti la prossima estate potrà giocare anche ai prossimi Mondiali.

Corrado Bellini

"Amichevole appassionato di Internet. Creatore. Appassionato di zombie impenitente. Imprenditore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.